Unghie incarnite dei piedi nei neonati e nei bambini: come trattarle?

Le unghie incarnite di solito sono un problema durante l'infanzia a causa dell'abitudine di succhiare o mordersi le dita. Oggi vi spieghiamo come prendervene cura.
Unghie incarnite dei piedi nei neonati e nei bambini: come trattarle?

Ultimo aggiornamento: 15 novembre, 2022

Le unghie incarnite dei piedi nei neonati e nei bambini si manifestano come disturbi infiammatori delle pieghe ungueali, sia delle dita delle mani che dei piedi. I tipici segnali sono arrossamento, sensibilità e gonfiore. Il nome scientifico è paronichia.

Sebbene si verifichino più frequentemente negli adulti, colpiscono anche nei bambini e nei neonati. Per questo, è necessario sapere come gestire il problema-

Quali sono le cause delle unghie incarnite dei piedi nei neonati e nei bambini?

Il trauma orale da suzione del pollice predispone neonati e bambini a infezioni e germi molto diversi da quelle degli adulti. La contaminazione della lesione con la saliva può portare a vari tipi di sintomi e persino alla generazione di ascessi all’interno della piega ungueale.

Secondo uno studio pubblicato sull’American Journal of Surgery, nella popolazione pediatrica le unghie dei piedi sono causate da batteri misti anaerobici e aerobici nel 46% dei casi. E questi di solito provengono dalla cavità orale.

Ragazzino che mette le mani alla bocca.
L’abitudine di portare le mani alla bocca aumenta le possibilità di sviluppare le unghie dei piedi. Soprattutto se il bambino si morde le dita o le unghie.

In questo senso, i bambini con comportamenti di succhiarsi il pollice per calmarsi possono avere un rischio maggiore di sviluppare le unghie dei piedi.

Segni e sintomi di hangnails nei neonati e nei bambini

Le unghie di neonati e bambini non sono una condizione comune, tuttavia, motivano la consultazione medica nei primi giorni a causa del dolore.

In breve, la paronichia è un processo infiammatorio caratterizzato dai seguenti sintomi locali:

Opzioni terapeutiche per le unghie incarnite dei piedi nei neonati e nei bambini

Le unghie dei piedi di solito scompaiono dopo pochi giorni. In caso contrario, ci sono diverse opzioni terapeutiche per trattarli. Infatti, il modo di gestirla dipende dalla gravità della condizione, dalla durata e dall’età della persona colpita.

Misure igieniche

Il trattamento iniziale per stabilire sono bagni di acqua calda e sale nelle dita colpite. In alcuni casi si consiglia anche l’uso di soluzioni antisettiche (povidone-iodio o clorexidina) o acqua di Burow all’1%.

I bagni continui in salamoia aiutano a ridurre l’infiammazione e il dolore nella zona interessata. Si consiglia di praticarlo più volte al giorno, per almeno 10-15 minuti. In generale, sono di solito una misura abbastanza efficace.

Allo stesso tempo, non è consigliabile tagliare le unghie in forma arrotondata, né tagliare le cuticole o le pelli. In effetti, il cattivo taglio delle unghie è una delle cause più comuni di unghie incarnite.

Trattamento antibiotico orale

Il trattamento con farmaci per via orale accompagna le misure igieniche. Si raccomandano antibiotici con copertura per i comuni germi cutanei (come la cefalexina ) o che ampliano lo spettro dei batteri dalla bocca del bambino (come il trimetoprim sulfametossazolo).

Nella maggior parte dei casi, gli antibiotici per via orale devono essere prescritti per 7-10 giorni. Segui le istruzioni del medico e non interrompere l’assunzione del farmaco anche se il bambino riferisce di sentirsi meglio.

Farmaci topici

Nel caso in cui i bagni di salamoia non riescano a controllare l’infiammazione, potrebbero essere necessari corticosteroidi topici. Questi aiutano ad alleviare il dolore e ridurre l’infiammazione. Diversi antibiotici topici (come mupirocina, acido fusidico e bacitracina) sono persino elencati come unguenti tripli antibiotici o “tripla crema”.

L’ideale è applicare una pomata antibiotica dalle 4 alle 5 volte al giorno nelle zone interessate, sulla pelle appena idratata. Ci sono diverse presentazioni come le seguenti:

  • Pomata.
  • Crema.
  • Unguento.
  • Gel.

Gli unguenti tendono a rimanere per periodi più lunghi nell’area da trattare rispetto alle creme.

Trattamento chirurgico

Sebbene le misure igieniche e i farmaci topici o orali siano la terapia iniziale, l’ incisione e il drenaggio nell’ambiente perinatale sono un utile complemento alla guarigione.

Madre che taglia le unghie di suo figlio per evitare le unghie dei piedi nei neonati e nei bambini.
Le unghie devono essere tagliate subito dopo il bagno per evitare che si incarniscano nella pelle.

Questa procedura è riservata agli ascessi, in cui è pertinente evacuare il pus e alleviare la pressione dell’infiammazione nella zona interessata. Viene eseguito con bisturi e anestesia locale e non richiede necessariamente il ricovero in ospedale.

Inoltre, il trattamento prevede la rifilatura e la rimozione della spicola incarnita, per consentire la normale crescita dell’unghia.

Diagnosi differenziale della paronichia

La diagnosi differenziale delle unghie dei piedi può riguardare diverse patologie della pelle e dei tessuti molli. Alcuni di loro sono i seguenti:

  • Cellulite : è un’infezione superficiale che si presenta con arrossamento e infiammazione, ma senza fluttuazioni del tessuto dovute alla presenza di pus o liquidi.
  • Herpetic whitlow – è un’infezione virale del dito causata dal virus dell’herpes simplex (HSV).
  • Onicomicosi: si tratta di un’infezione fungina che provoca uno scolorimento giallastro-biancastro.
  • Psoriasi ungueali : sono unghie ispessite, con zone di vaiolatura, creste e contorni irregolari.
  • Carcinoma a cellule squamose: nella maggior parte dei casi si verifica nella pelle, ma può verificarsi anche nel letto ungueale.

Unghie incarnite nei neonati e nei bambini

Le unghie nei neonati e nei bambini di solito hanno una buona prognosi e nella maggior parte dei casi si risolvono entro pochi giorni.

Ci sono innumerevoli rimedi casalinghi condivisi sui social, ma l’automedicazione non è consigliata ai bambini, nemmeno per le unghie. In caso di dubbio, contattare il medico.

Potrebbe interessarti ...
Unghie incarnite nei bambini: come prevenire e risolvere il problema
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Unghie incarnite nei bambini: come prevenire e risolvere il problema

Le unghie incarnite nei bambini causano dolore, infiammazione e persino possibili infezioni. Scoprite come prevenire e curare il problema.



  • Brook I. (1981) Bacteriologic study of paronychia in children. Am J Surg;141(6):703-5. doi: 10.1016/0002-9610(81)90082-9. PMID: 6972709.
  • Ritting AW, O’Malley MP, Rodner CM. (2012) Acute paronychia. J Hand Surg Am;37(5):1068-70; quiz page 1070. doi: 10.1016/j.jhsa.2011.11.021. Epub 2012 Feb 3. PMID: 22305431.
  • Lomax A, Thornton J, Singh D. (2016) Toenail paronychia. Foot Ankle Surg;22(4):219-223. doi: 10.1016/j.fas.2015.09.003. Epub 2015 Sep 21. PMID: 27810017.
  • Shafritz AB, Coppage JM. (2014) Acute and chronic paronychia of the hand. J Am Acad Orthop Surg;22(3):165-74. doi: 10.5435/JAAOS-22-03-165. PMID: 24603826.
  • Leggit JC. (2017) Acute and Chronic Paronychia. Am Fam Physician 1;96(1):44-51. PMID: 28671378.
  • Lorenzo Ramírez, M.D., Navarro Torres, M., Cases Jordán, C., et al. (2021). Propiedades del agua de burow. Revista sanitaria de investigación. [Internet] Recuperado el 12-04-2022 de: https://revistasanitariadeinvestigacion.com/propiedades-del-agua-de-burow/.
  • Comité de Medicamentos de la Asociación Española de Pediatría (2020). Cefalexina. Pediamecum. Disponible en: https://www.aeped.es/comite-medicamentos/pediamecum/cefalexina.
  • Barreiro L, et al. Psoriasis ungueal. Anales de Pediatría 2014;81(6):e14-e15. Disponible en: https://www.analesdepediatria.org/es-psoriasis-ungueal-articulo-S169540331300489X.
  • Gutiérrez-Gómez C, Gargollo-Orvañanos C, Javier LF, et al. Soy herpes no me operes por favor. Cir Plast. 2020;30(2):117-122. doi:10.35366/97675.