La dentizione del bambino: i dubbi più diffusi tra i genitori

Oggi parliamo dei dubbi più frequenti tra i genitori, riguardo la dentizione del bambino. In questo modo saprete accompagnare il piccolo in questa tappa della sua vita.
La dentizione del bambino: i dubbi più diffusi tra i genitori

Ultimo aggiornamento: 31 dicembre, 2021

In questo articolo ti parleremo delle domande più frequenti dei genitori sulla dentizione del bambino. È che l’emergere dei primi denti è un momento atteso, che viene anche vissuto con alcune insicurezze e paure.

Ci sono molte credenze che circondano questo evento, quindi molti genitori hanno spesso domande su come sarà l’eruzione nei loro figli e quale sia il modo migliore per prendersi cura dei loro nuovi denti.

Continua a leggere per chiarire queste e altre domande comuni sulla dentizione del bambino.

1. A che età e in che ordine escono i primi dentini?

L’età in cui compare il primo dentino del bambino varia da un bambino all’altro, poiché ogni bambino ha il proprio tasso di crescita e l’emergere dei denti dipende da questo. Tuttavia, in genere, la dentizione inizia solitamente tra il sesto e l’ottavo mese di vita.

Il processo di solito termina tra i 2 ei 3 anni del bambino, con l’eruzione dei 20 pezzi di latte. Anche se, come abbiamo già detto, potrebbero esserci delle variazioni nei tempi. In alcuni bambini, i denti impiegano un po’ più di tempo a comparire e altri escono prima. Può anche capitare che il bambino nasca con un dente in bocca, anche se si tratta di casi rari.

I primi denti a comparire sono solitamente gli incisivi centrali inferiori, seguono poi gli incisivi superiori ed infine gli incisivi laterali inferiori.

Poi spuntano i primi molari, i canini e infine i secondi molari. Sebbene l’ ordine di cui sopra sia solitamente il più comune, non sempre accade in questo modo. Può capitare che i denti appaiano in una sequenza diversa o tutti insieme nello stesso momento. Non c’è bisogno di preoccuparsi di questo.

2. La dentizione del bambino è un processo doloroso?

Questo è uno dei dubbi più frequenti dei genitori sulla dentizione del bambino. E sebbene non ci siano prove che i denti escano male, le storie e le esperienze dei genitori suggeriscono che i piccoli provino qualche disagio.

Questo è logico pensare, poiché nel processo si verifica un’infiammazione fisiologica delle gengive, che a volte sono rosse o gonfie. I caregiver dei bambini riferiscono anche che i loro piccoli sbavano eccessivamente, sono più irritabili del solito e non possono riposare bene.

In ogni caso, bisogna considerare che il processo eruttivo è diverso in ogni bambino ed è per questo che alcuni bambini lo attraversano senza troppi sintomi. Per altri, invece, è un momento di grande irritazione e fastidio.

La dentizione.

3. La dentizione del bambino gli provoca la febbre?

L’eruzione del dente non provoca febbre, anche se può esserci un leggero aumento della temperatura corporea che raramente supera i 37,5°C. Altrimenti, dovresti andare dal pediatra per cercare la fonte dell’infezione che causa questo sintomo.

Anche i problemi digestivi e la diarrea non sono sintomi di eruzione dentale. Per questo motivo, prima della comparsa di qualsiasi segno che colpisce il bambino, è bene chiarire ogni dubbio con il pediatra e non attribuirlo alla comparsa dei denti.

4. È normale che il bambino sbavi eccessivamente?

Questo è un altro dei frequenti dubbi dei genitori sulla dentizione del bambino, poiché la sbavatura è una delle manifestazioni più costanti di questa fase. Ma va chiarito che questo non è necessariamente correlato all’eruzione dentale, come può apparire per altri motivi.

In generale, l’eccessiva salivazione risponde alla maturazione delle ghiandole salivari e anche all’immaturità del riflesso della deglutizione del bambino. Questo fa sì che la saliva che non viene ingerita, esca dalla bocca come una salivazione quasi continua, sia durante il periodo di eruzione del dente, sia in altri momenti.

Poiché a volte coincidono nel momento della comparsa, è comune che la sbavatura sia considerata una conseguenza della fuoriuscita dei denti. Ma non è sempre così.

Tuttavia, sbavare nei bambini è normale e non è motivo di preoccupazione. Devi solo avere diversi pettorali a portata di mano e tanta pazienza.

5. È consigliabile utilizzare i massaggiagengive?

I benefici dei massaggiagengive sono un altro dei frequenti dubbi dei genitori sulla dentizione del bambino.

L’uso di questi prodotti permette al bambino di esplorare la propria bocca, sentire i denti che appaiono gradualmente e persino calmare le sensazioni spiacevoli che possono provare.

Portare oggetti alla bocca è un’abitudine tipica dei bambini, perché con il cavo orale esplorano e conoscono il mondo. Inoltre, con l’uso di questi oggetti possono massaggiare le gengive e fornire sollievo dal tessuto gengivale infiammato.

I dentifrici sono disponibili in molti materiali, forme e trame diversi. Molti sono persino usati per essere raffreddati in frigorifero e per aiutare a ridurre l’infiammazione delle gengive. Tuttavia, devono essere sicuri e fabbricati con sostanze prive di sostanze tossiche.

6. I primi denti sono soggetti a carie?

Se i denti da latte possono ammalarsi è un altro dei frequenti dubbi dei genitori sulla dentizione del bambino. La risposta a questa preoccupazione è che sì, anche i denti temporanei possono avere cavità. Allo stesso modo, sono suscettibili di subire la demineralizzazione di questo processo, non appena compaiono in bocca.

Durante i primi anni di vita, molti bambini sperimentano la cosiddetta sindrome del biberon o carie della prima infanzia, una forma aggressiva della malattia. È associato a una scarsa igiene orale e alla permanenza di bevande zuccherate sulle superfici dei denti.

In generale, questo tipo di carie si manifesta solitamente nei bambini che trascorrono diverse ore al giorno con il biberon o dormono con esso in bocca e non hanno o hanno una scarsa pulizia orale.

7. Quando dovremmo iniziare con l’igiene dentale?

La dentizione nei bambini piccoli.

L’igiene dentale dovrebbe iniziare anche prima che appaia il primo dente in bocca, con un panno pulito e umido strofinando delicatamente le gengive.

Quando esce il primo dentino, è il momento opportuno per iniziare l’igiene dello spazzolino. Dovrebbe essere usato uno piccolo, a setole morbide, con una quantità minima di dentifricio al fluoro (circa le dimensioni di un chicco di riso). Ciascuna delle facce di tutti i denti della bocca, così come le gengive e la lingua devono essere pulite.

La spazzolatura va fatta dall’adulto due o tre volte al giorno, con particolare attenzione alla pulizia notturna.

8. Quando portare il bambino dal dentista per la prima volta?

Si consiglia di registrare la prima visita dal dentista prima del primo compleanno del bambino o quando compaiono i primi dentini. Il professionista valuterà le condizioni generali della bocca, la crescita delle strutture orali e il processo di eruzione dei denti. Inoltre, saprà consigliare ai genitori tutte le cure necessarie.

La dentizione del bambino: ecco come accompagnare il piccolo

Come hai visto, ci sono molti dubbi frequenti dei genitori sulla dentizione del bambino. Ora che sono chiari, puoi accompagnare il tuo piccolo in questo processo con consapevolezza e senza paura.

Potrebbe interessarti ...
La comparsa dei denti: quali sono i sintomi?
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
La comparsa dei denti: quali sono i sintomi?

A volte per i genitori non è facile capire se i sintomi che il piccolo presenta sono dovuti alla comparsa dei denti o ad altro



  • de Holanda Teixeira, Rangel Bastos, Dayse Andrade Romão, and Mariana Alencar Nemezio. “Evaluación de la relación de los signos y síntomas durante el período de erupción de los dientes primarios.” Revista de Odontopediatría Latinoamericana 9.2 (2019): 9-9.
  • Herrero Solano, Yosvany, et al. “Manifestaciones clínicas durante el brote dentario e influencia de la lactancia maternal.” Multimed 23.2 (2019): 297-309.
  • Fogel, Claudio Gabriel. “Signos y síntomas atribuidos a la erupción dentaria en los niños. Una aproximacion histórica.” Arch. argent. pediatr 102.2 (2004): 185-189.
  • Esparza Olcina, M. J., and G. Orejón de Luna. “Mitos y realidades sobre la erupción dentaria primaria:¿ realmente produce tantos síntomas?.” Pediatría Atención Primaria 18.72 (2016): 375-377.
  • García Suárez, Alberto. “Caries temprana de la infancia. Prevención y tratamiento. Presentación de un caso.” (2019).
  • Narváez García, Hugo Enrique. Caries rampante en niños. BS thesis. Universidad de Guayaquil. Facultad Piloto de Odontología, 2021.
  • Concepción, Olga Lidia Véliz, Dra Santos Prieto, and Yiliam Jiménez Yong. “ERUPCIÓN DENTARIA, REALIDADES E INTERROGANTES ACTUALES.”
  • Burgueño Torres, Laura, Nuria E. Gallardo López, and M. Rosa Mourelle Martínez. “Cronología y secuencia de erupción de los dientes temporales en una muestra infantil de la Comunidad de Madrid.” Cient. dent.(Ed. impr.) (2011): 31-38.
  • en Odontología–Odonto-pediaira, Doctor, and Odontólogo de Adolescentes en la DNSFFAA. “T Erupción dentaria manifestaciones sistémicas y.”
  • López Benito, M. M., F. J. Nuño Mateo, and F. García Izquierdo. “Importancia de los dientes temporales. Su cronología de erupción.” Revista Pediatría de Atención Primaria 5.19 (2003): 439-445.
  • López Benito, M. M., F. J. Nuño Mateo, and F. García Izquierdo. “Importancia de los dientes temporales. Su cronología de erupción.” Revista Pediatría de Atención Primaria 5.19 (2003): 439-445.