Afte della bocca nel bambino piccolo: come trattarle?

Il dolore e il disagio causati delle afte della bocca possono rendere il tuo piccolo molto irritabile. Vi diciamo perché compaiono e come aiutare i bambini a stare meglio.
Afte della bocca nel bambino piccolo: come trattarle?

Ultimo aggiornamento: 19 ottobre, 2021

Il disagio causato dalla presenza di afte della bocca nel bambino è motivo di preoccupazione per i genitori.

In questo articolo vi descriveremo il loro aspetto, vi spiegheremo perché appaiono e cosa fare per aiutare vostro figlio a sentirsi meglio. Non perdetevelo!

Che aspetto hanno le afte della bocca nel bambino?

Le afte sono piccole lesioni infiammatorie che causano piaghe o ulcere orali dolorose. Questa situazione è abbastanza comune durante l’infanzia per diversi motivi.

Quando parliamo di afte stiamo parlando di pieghe. Proprio per la somiglianza tra questi tipi di lesioni, anche le infezioni virali e fungine della bocca vengono spesso chiamate afte.

Le afte appaiono come macchie biancastre o giallastre, circondate da un alone rossastro. La loro dimensione è variabile e possono apparire isolati o raggruppati.

Sebbene si trovino ovunque sulla mucosa orale, i punti più spesso colpiti sono le guance, la parte sopra le gengive o quella sottolinguale. Un aspetto che le differenzia dalle lesioni virali è che si trovano sulle labbra e sul palato molle.

I bambini con ulcere alla bocca sono spesso irritabili, hanno l’alitosi, hanno difficoltà a mangiare e persino a dormire. In alcuni casi, possono avere febbre e ghiandole gonfie nel collo.

Queste lesioni di solito scompaiono da sole nel giro di 1 o 2 settimane. In ogni caso è sempre opportuno consultare un dentista pediatrico per determinarne la causa e ricevere le opportune indicazioni.

Primo piano di un'afta della bocca.

Cause delle afte della bocca del bambino

Come abbiamo già detto, è abbastanza comune chiamare piaghe molte delle lesioni dolorose che compaiono nella bocca del bambino. A seguire, affronteremo le cause più comuni dalle quali hanno origine questi processi.

Infezioni

Le infezioni virali sono le cause più comuni della comparsa di afte nella bocca del bambino. Tuttavia, anche alcune infezioni fungine e batteriche possono causarle.

Tra tutti i virus che causano queste lesioni, la famiglia dell’herpes simplex è la più comune e può scatenare le seguenti condizioni:

  • Herpangina: una malattia che si manifesta con ulcere multiple dolorose su palato, labbra e guance. Inoltre, può causare febbre e molta irritabilità nel piccolo. È molto contagioso e guarisce da solo nel giro di una settimana.
  • Gengivostomatite erpetica: a differenza della precedente, questa malattia si manifesta attraverso molteplici vescicole di contenuto liquido localizzate nella mucosa orale. A volte si rompono e lasciano ulcere sanguinanti. Sono associati a febbre, gonfiore delle ghiandole, mal di gola e difficoltà a deglutire. Di solito i piccoli che ne soffrono si mostrano irritabili, doloranti, rifiutano il cibo, non riposano bene e piangono spesso.

Le infezioni da Candida albicans possono anche apparire come piaghe sulla bocca del bambino. Ma in questo caso, sembrano macchie bianche con una base eritematosa (rossa) e si trovano agli angoli delle labbra, sul palato e sulla lingua.

Afte della bocca da trauma

Durante la masticazione, la pulizia dei denti o durante il gioco, possono verificarsi delle lesioni della mucosa orale e le conseguenti ferite sembrano ulcere dolorose.

Altre cause di piaghe nella bocca del bambino

Molte volte, le piaghe nella bocca del bambino compaiono senza una causa apparente. Altre volte, possono essere associate ad alcuni dei seguenti fattori:

  • Stress o ansia.
  • Allergie alimentari o farmacologiche.
  • Malattie sistemiche.
  • Mancanza di ferro, vitamina B12 o acido folico.

Scoprire le cause di queste lesioni aiuta a risolvere il problema latente e a migliorare la condizione. Inoltre, favorisce la prevenzione di nuovi episodi in futuro.

Trattamenti per le piaghe nella bocca del bambino

Nella maggior parte dei casi, le afte scompaiono spontaneamente entro 7-10 giorni, quindi di solito non sono necessari trattamenti farmacologici.

In ogni caso i sintomi sono molto fastidiosi e interferiscono con alcune attività basilari, come mangiare e riposare. Ecco perché può essere necessario l’uso di antinfiammatori o analgesici per alleviare il disagio del bambino. Soprattutto quando è accompagnato da febbre.

Nel caso in cui le lesioni siano causate da batteri o funghi, potrebbe essere necessario ricorrere ad antibiotici o antimicotici. Tuttavia, questo è a discrezione del medico e il bambino non dovrebbe mai essere automedicato.

Ecco perché in presenza di afte della bocca nel bambino, è importante consultare un dentista o un pediatra per individuare la causa e aiutare il piccolo a sentirsi meglio.

Come calmare un bambino quando ha ulcere alla bocca

Come abbiamo detto, la maggior parte delle volte le lesioni guariscono da sole. Tuttavia, potete dare sollievo a vostro figlio usando le seguenti strategie:

  • Offritegli cibi freddi e dalla consistenza morbida: cibi piccanti, agrumati, acidi o molto caldi aggravano il dolore, ecco perché è preferibile evitarli. Lo stesso vale per quelli che richiedono una masticazione prolungata.
  • Assicurategli un’adeguata idratazione: il bambino potrebbe rifiutare il cibo e non avere appetito a causa del dolore. Offritegli molti liquidi per prevenire la disidratazione. Provate con tazze o cucchiai se in quei giorni rifiuta l’allattamento al seno.
  • Evitate gli antidolorifici topici: esistono farmaci per uso locale per alleviare il disagio causato dalle piaghe, anche se il loro uso non è raccomandato nei bambini. Dovrebbero essere usati solo se consigliati dal medico.
  • Ricorrete ai rimedi casalinghi con cautela: esistono alternative naturali per alleviare il dolore, come acqua salata, ghiaccio o bicarbonato di sodio. In ogni caso, quando si ha a che fare con la bocca di un neonato, l’uso di questi prodotti deve essere fatto con cautela e responsabilità.
Afte della bocca e ghiaccioli.

Afte della bocca: quando andare dal dottore

Se le afte della bocca del bambino sono tante (4 o 5), durano più di 2 settimane o compaiono in altre zone del corpo (come le palpebre o i genitali) è bene rivolgersi al pediatra.

Inoltre, quando il bambino ha la febbre (oltre 38 ° C), non beve abbastanza liquidi o le sue condizioni generali peggiorano.

Accompagnate il piccolo

La comparsa di piaghe nella bocca del bambino è una situazione scomoda per il bambino e disperata per gli adulti. Avere pazienza nell’accompagnare il piccolo durante questo periodo è fondamentale.

In genere le lesioni si risolvono spontaneamente con il passare dei giorni e non  sfociano in complicanze. Cercare un aiuto professionale e accompagnare il bambino con cautela e cure amorevoli lo aiuterà a vivere meglio questo momento.

Potrebbe interessarti ...
Curare le afte nei bambini: cosa fare?
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Curare le afte nei bambini: cosa fare?

Il dolore alla bocca provocherà continue lamentele da parte dei bambini. Vediamo in questo articolo come curare le afte nei bambini.



  • Alvarez Herrera, B. A. (2019). Prevalencia de lesiones orales de tejidos blandos en niños de 5 a 10 años (Bachelor’s thesis, Universidad de Guayaquil. Facultad Piloto de Odontología).
  • Carpio, E. (2010). Tratamiento de la estomatitis a osa recidivante. Piel (Barc., Ed. impr.), 25(8), 463-469.
  • Gutiérrez, R., & Albarrán, R. (2020). Uso de plantas medicinales como terapia coadyuvante en el tratamiento periodontal. Revista Odontología de Los Andes, 15(1), 102-105.
  • Funes, J. A. R. (2010). Remedios caseros para acné, abscesos y aftas. Revista Vinculando.
  • Parent, D., & Vaillant, L. (2008). Aftas, aftosis, enfermedad de Behçet. EMC-Dermatología, 42(2), 1-20.
  • Córdoba, M. B. (2018). Aftas recurrentes en niños y adolescentes. Revista Sociedad de Odontología. La Plata, 19-22.
  • Ybarra, P. M., Homeópata, D. M., & Vitalis, A. F. M. H. ESTOMATITIS y AFTAS: Actualización Clínica y Revisión de Rúbricas Repertoriales.
  • Franco, J. F. (2011). Patología bucal. Pediatría Integral, 15(1), 33.
  • Zurro, A. M., Pérez, J. F. C., & Badia, J. G. (Eds.). (2019). Atención primaria. Problemas de salud en la consulta de medicina de familia. Elsevier Health Sciences.