Quando e come usare il filo interdentale nei bambini?

Il filo interdentale è uno strumento che aiuta a mantenere la salute orale dei bambini. Scoprite quando e come usarlo.
Quando e come usare il filo interdentale nei bambini?
Vanesa Evangelina Buffa

Scritto e verificato da la dentista Vanesa Evangelina Buffa.

Ultimo aggiornamento: 14 gennaio, 2023

Il filo interdentale completa l’igiene orale nei bambini. Tuttavia, molti genitori non sanno quando iniziare o come usarlo. Facendolo passare tra i denti si elimina la placca batterica che vi si accumula e che lo spazzolamento non riesce a raggiungere. Con questo, l’igiene dentale è completata e la salute è favorita.

Scoprite da quale età dovreste utilizzare questo strumento di igiene orale nei più piccoli. Inoltre, vi suggeriremo alcune strategie per rendere più facile incorporare questa abitudine nella loro routine di pulizia orale.

L’importanza del filo interdentale nei bambini

Lo spazzolino da denti è uno dei compiti più importanti quando si tratta di pulire i denti. Ma le setole dello spazzolino non possono accedere alle pareti laterali dei denti, dove ogni dente entra in contatto con il successivo. Tuttavia, il filo interdentale appare come una soluzione, poiché consente la rimozione della placca batterica e dei residui di cibo che si accumulano in questo spazio. Con questo, il rischio di carie diminuisce e le gengive vengono mantenute sane.

Per eseguire un’adeguata igiene dentale, tutte le facce di ogni elemento dentale devono essere pulite. Ciò si ottiene solo integrando lo spazzolino con il filo interdentale. L’uso di questo strumento dovrebbe essere almeno una volta al giorno. Suggeriamo di usare il filo interdentale insieme allo spazzolino durante la notte, prima che il bambino vada a letto. Al termine si consiglia di sciacquare la bocca con acqua e sputare.

Quando iniziare a usare il filo interdentale?

In generale, il filo interdentale è consigliato intorno ai 2-3 anni. A questa età lo spazzolamento dei denti è già ben consolidato ed è un momento opportuno per introdurre una nuova pratica nella routine igienica.

Inoltre, in questa fase la dentatura primaria è completa e le pareti laterali dei denti iniziano a contattarsi. È fondamentale prestare attenzione alla cura dei denti e il filo interdentale è un ottimo alleato per pulire queste zone. È una buona idea presentare l’oggetto, spiegare a cosa serve e iniziare a usarlo gradualmente. In questo modo, quando compariranno i denti permanenti, l’abitudine sarà già incorporata.

Gli adulti si occupano della pulizia dei più piccoli. Poi, devono accompagnare e supervisionare il suo utilizzo fino all’età di 8 o 10 anni, età in cui il bambino sarà in grado di farlo da solo. In alcuni casi, come i bambini con forte affollamento o con un alto rischio di carie, il dentista pediatrico può indicare la pulizia della zona interdentale fin da un’età più precoce.

Non esiste un’età esatta per iniziare a usare il filo interdentale nei bambini. In ogni caso, iniziare fin dalla tenera età rende più facile incorporare questa abitudine salutare nella routine quotidiana.

Come usare il filo interdentale nei bambini

Esistono diversi modi per passare il filo interdentale ai minori. Il dentista pediatrico può consigliarti e dimostrarti la tecnica più adatta all’età e alle esigenze del tuo bambino. Nel caso della pulizia della bocca di un bambino piccolo, è utile trovare una posizione comoda per entrambi. Per alcune persone è meglio far sedere il bambino in grembo, stare dietro, chinarsi per essere all’altezza del bambino o far sedere il neonato su una sedia.

Nei bambini più grandi, ripulire davanti a uno specchio li aiuta a visualizzare il compito ea familiarizzare con i movimenti. Quando si passa il filo interdentale bisogna essere fermi, ma allo stesso tempo morbidi per non ferire le gengive. Ecco alcune strategie per la pulizia.

Avvolgere il dito

Usare le mani per passare il filo interdentale è il metodo più diffuso. Tuttavia, può essere una tecnica piuttosto difficile per i bambini da eseguire da soli o per gli adulti da eseguire sulla bocca dei propri figli. Consiste nel tagliare un pezzo di filo di circa 50 cm. Le estremità della corda dovrebbero essere avvolte attorno a entrambi i medi di ciascuna mano.

Quindi, devi fare pressione con l’indice e il pollice e passare il filo interdentale tra i denti. Deve raggiungere la linea gengivale. In ogni spazio interdentale, il filo interdentale viene premuto contro il lato di uno dei denti formando una C. I movimenti devono essere eseguiti dall’alto verso il basso per gli elementi superiori e dal basso verso l’alto per i denti inferiori. L’azione viene quindi ripetuta sul lato dell’altro dente nello stesso spazio.

Con le mani del bambino

Un altro modo per igienizzare l’area interdentale è applicare il metodo finger wrapping che vi abbiamo appena spiegato, ma utilizzando le mani del bambino. Il filo viene avvolto attorno alle grandi dita del piccolo e gli adulti guidano le mani per pulirlo.

filo interdentale
Imparare a manovrare il filo interdentale fin dalla tenera età permetterà ai più piccoli di raggiungere più facilmente l’autonomia nella cura della propria bocca.

Utilizzare il portafilo

L’uso di un portafilo è il metodo più semplice e comodo da usare con i bambini. Non solo per i genitori da manipolare, ma anche per i bambini per acquisire le abilità per pulirsi.

Si tratta di strumenti in plastica che trattengono un pezzo di filo interdentale e sono dotati di un’impugnatura per impugnare comodamente e accedere agli spazi interdentali. La pulizia viene così effettuata con il vantaggio di poter manovrare meglio. Alcuni sono usa e getta e vengono forniti con la corda attaccata. Inoltre, sono disponibili in diversi design, forme, colori e dimensioni. Partecipare alla scelta dello strumento può motivare i più piccoli ad utilizzarli.

Filo interdentale nella routine quotidiana dei bambini

L’uso del filo interdentale nei bambini completa l’igiene, mantiene la bocca pulita e aiuta a prevenire carie e gengiviti. Inoltre, è una pratica che facilita l’incorporazione di questa sana abitudine nella routine igienica quotidiana. Le sane abitudini acquisite durante l’infanzia continueranno per tutta la vita e forniranno molteplici benefici per la salute.

Potrebbe interessarti ...
Non vuole lavarsi i denti: come convincere i bambini a lavarsi i denti ogni giorno
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Non vuole lavarsi i denti: come convincere i bambini a lavarsi i denti ogni giorno

Vostro figlio non vuole lavarsi i denti? Per raggiungere questo obiettivo, è necessario attuare una serie di strategie.



  • Malca, M. C., Pari, M. E. C., & Palma, C. (2014). Uso del Hilo dental asociado al cepillado¿ Qué dice la evidencia científica?. Revista de Odontopediatría Latinoamericana4, 44.
  • Soria-Hernández, M. A., Molina, N., & Rodríguez, R. (2008). Hábitos de higiene bucal y su influencia sobre la frecuencia de caries dental. Acta pediátrica de México29(1), 21-24.
  • Afanasjeva, M. M. (2019). Preventive dental care in children: the main principles. In Бюллетень медицинских интернет-конференций (Vol. 9, No. 4, pp. 175-175). Общество с ограниченной ответственностью «Наука и инновации».
  • Nascimento, E. B., Rodrigues, R., & Manso, M. C. (2022). Prevalence of dental floss use in deciduous dentition: A systematic review and meta‐analysis. International Journal of Dental Hygiene.
  • Toyama, T., Furukawa, Y., Hayashi, Y., Araki, M., Nakano, T., & Fukuta, O. (2019). Dental floss use among elementary school children and environmental factors; a cross-sectional study. Pediatric Dental Journal29(2), 78-83.
  • Berchier, C. E., Slot, D. E., Haps, S., & Van der Weijden, G. A. (2008). The efficacy of dental floss in addition to a toothbrush on plaque and parameters of gingival inflammation: a systematic review. International journal of dental hygiene6(4), 265-279.

Il contenuto di Siamo Mamme è solo a scopo educativo e informativo. In nessun caso sostituisce la diagnosi, la consulenza o il trattamento di un professionista. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.