I denti permanenti sostituiscono i denti da latte: spieghiamo il processo

Una delle fasi che indica che il vostro bambino sta crescendo è quando i suoi denti da latte escono e vengono sostituiti da quelli permanenti. Vi diciamo come succede.
I denti permanenti sostituiscono i denti da latte: spieghiamo il processo
Vanesa Evangelina Buffa

Scritto e verificato da la dentista Vanesa Evangelina Buffa.

Ultimo aggiornamento: 01 novembre, 2022

Ad un certo punto dell’infanzia, i primi denti si muoveranno, cadranno e un nuovo pezzo prenderà quel posto. Per capire cosa succede nella bocca del vostro piccolo, vi parleremo del processo attraverso il quale i denti permanenti sostituiscono quelli da latte.

La fase in cui i primi denti iniziano a muoversi e cadere è molto significativa, sia per il bambino che per i suoi genitori.

I denti che si muovono, il momento in cui si staccano dalle gengive e una visita della fatina dei denti o dellel topolino mobilita tutta la famiglia. Questa tappa fondamentale dell’infanzia è una dimostrazione della crescita di vostro figlio.

In che modo i denti permanenti sostituiscono i denti da latte?

Intorno ai 6 anni inizia la fase di sostituzione dei denti. Questo processo consiste nella caduta fisiologica dei denti provvisori da sostituire con i ldenti definitivi. Questo processo avviene gradualmente e culmina intorno ai 12 anni, con la sostituzione dei 20 dentini.

I denti da latte sarebbero troppo piccoli e deboli per svolgere le funzioni orali di un adulto. Pertanto, vengono sostituiti da quelli più grandi e più forti che accompagneranno la persona per il resto della sua vita. Quando gli elementi definitivi sono pronti per esplodere, iniziano il processo di sostituzione attraverso cellule specializzate che riassorbono le radici dei denti da latte all’interno dell’osso.

La perdita dei denti da latte

Perdendo la radice che li teneva fissati nell’arco, i denti provvisori iniziano a muoversi. Pertanto, quando non c’è supporto, il dente che traballa, cade.

Da lì, l’elemento permanente inizia ad apparire nello spazio vuoto per prendere il suo posto fino a quando non riesce a localizzarsi al posto giusto.

Dovresti sapere che i denti permanenti sono più grandi dei denti da latte. Per questo motivo scompaiono gli spazi in arcata, tipici dei provvisori. Inoltre, è comune che alcuni pezzi finali escano storti.

In generale, man mano che la mascella cresce e gli altri elementi iniziano a cadere, i nuovi denti riescono ad allinearsi. In ogni caso, si raccomanda sempre che il dentista pediatrico supervisioni il processo.

I denti da latte iniziano a muoversi quando la radice che li tiene fissi inizia a perdere. Infine, quando il supporto è nullo, il pezzo cade.

A che età e in quale ordine i denti permanenti sostituiscono i denti da latte?

La perdita e la sostituzione dei denti dipende in misura maggiore dal tasso di crescita di ogni bambino. Sebbene sia comune che i pezzi di latte inizino ad allentarsi e cadere intorno ai 6 anni, ci sono piccoli che iniziano a cambiare prima e altri molto più tardi.

Molti fattori possono influenzare i tempi della dentizione nei bambini. Ereditarietà, problemi sistemici, cause ambientali, alimentazione, ormoni o salute orale sono alcuni esempi. In ogni caso, esiste un’età stimata in cui i genitori possono aspettarsi che la sostituzione dei denti avvenga nei loro figli. Vale a dire:

  • Incisivi centrali: sono i primi denti a spuntare. Quelli inferiori compaiono per la prima volta intorno ai 6 anni. Poi, quelli sopra, tra 6 e 7.
  • Incisivi laterali: una volta che gli incisivi centrali sono scoppiati, gli incisivi laterali sono i prossimi a essere cambiati. Prima quelli superiori si allentano, poi quelli inferiori. Questo accade tra i 7 e gli 8 anni.
  • Primi molari temporanei: cadono tra i 9 e gli 11 anni. Hanno la particolarità di essere sostituiti da un dente definitivo diverso da quello che ne esce: i primi premolari.
  • Canini: cadono tra i 9 ei 12 anni e vengono sostituiti dai canini permanenti.
  • Secondi molari temporanei: sono gli ultimi a cadere, tra i 10 e i 12 anni. Sono sostituiti dai secondi premolari.

Gli ultimi denti

Come abbiamo già accennato, i molari definitivi compaiono spontaneamente nella parte posteriore della bocca, senza sostituire alcun dente da latte. Questi si trovano nello spazio libero dietro i secondi molari temporanei. L’eruzione del primo molare permanente avviene a 6 anni, il secondo a 12 e il terzo, detto anche “dente del giudizio”, tra i 18 ei 20 anni. Di solito escono prima i molari inferiori e poi quelli superiori.

Man mano che il bambino cresce, le sue mascelle si allargano e gli ultimi pezzi riescono a posizionarsi correttamente. All’età di 13 anni, la maggior parte dei ragazzi ha in bocca gli ultimi 28 elementi. Con l’eruzione dei terzi molari si completano i 32 pezzi della protesi adulta, cosa che avviene intorno ai 18 anni. Tuttavia, i denti del giudizio non spuntano in tutti.

Intorno ai 12 anni compare il secondo molare, mentre a 13 i bambini di solito hanno già 28 denti permanenti.

Quando vedere un professionista?

Idealmente, il processo di sostituzione dentale dovrebbe essere seguito e monitorato dal dentista pediatrico. Il professionista ha il compito di valutare la crescita delle mascelle e di rilevare tempestivamente eventuali disagi. Non è necessario portare il bambino dal dentista ogni volta che un dente si allenta. Con le revisioni ogni 6 mesi dal primo anno di vita di solito è sufficiente.

In ogni caso, ci sono alcune situazioni che meritano di consultare il dentista pediatrico:

  • Ritardo nella sostituzione dentale: ogni bambino segue il proprio ritmo, ma se noti che il tuo piccolo non ha denti sciolti, puoi chiarire la situazione consultando il professionista.
  • Denti permanenti storti: i denti permanenti spuntano dove possono. Quando la mascella cresce, tendono ad adattarsi a se stessi. In ogni caso, si raccomanda al dentista di valutare la situazione nel caso sia necessario stimolare la crescita ossea.
  • Doppia fila di denti: a volte, gli elementi permanenti non riescono a riassorbire le radici dei provvisori e scoppiano senza che fuoriescano. Questa situazione provoca una doppia fila di denti che il dentista deve analizzare. Molte volte è necessario spremere il pezzo di latte.
  • Perdita prematura dei denti: carie non trattate o un colpo possono causare la caduta prematura dei pezzi di latte. Il dentista deve intervenire per risparmiare spazio per quelli definitivi e prevenire le malocclusioni.

Prendersi cura dei denti nuovi

Quando i denti permanenti sostituiscono i denti da latte, è molto importante prendersene cura adeguatamente per mantenerli sani. Questi nuovi pezzi devono accompagnare la persona per tutta la vita. Una corretta igiene orale, un’alimentazione sana e visite regolari dal dentista pediatrico sono essenziali per mantenere sani i nuovi denti. Con queste cure di base, potrete accompagnare responsabilmente il processo di sostituzione dei denti dei vostri figli.

Potrebbe interessarti ...
Denti da latte macchiati: cause e rimedi
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Denti da latte macchiati: cause e rimedi

I denti da latte macchiati sono una causa frequente di preoccupazione per i genitori. In questo articolo vi spiegheremo a cosa sono dovuti.



  • Estévez, M. R. (2015). CARACTERÍSTICAS DE LA ERUPCIÓN DENTARIA Y FACTORES QUE INFLUYEN EN EL ORDEN Y CRONOLOGIA. Escuela de Odontología de la Universidad de La Habana.
  • Pérez Villa, G. K. (2021). Perdida prematura de dientes temporales en escolares (Bachelor’s thesis, Universidad de Guayaquil. Facultad Piloto de Odontología).
  • Ayala Pérez, Y., Carralero Zaldívar, L. D. L. C., & Leyva Ayala, B. D. R. (2018). La erupción dentaria y sus factores influyentes. Correo Científico Médico22(4), 681-694.
  • Torres, G. L., Ortiz, V. S., Hernández, M. N., & Briones, M. A. (2022). Factores que influyen en la cronología de erupción y su relación con las maloclusiones. Revista Científica Higía de la Salud6(1).
  • Maduro Jácome, S. G. (2021). Factores que influyen en la erupción dentaria retardada (Bachelor’s thesis, Universidad de Guayaquil. Facultad Piloto de Odontología).
  • Cuétara, L. H., Pupo, D. T. P., Queija, Y. F., & Pérez, I. L. (2022). Cronología y secuencia de erupción dentaria permanente en niños de 5 a 12 años. Salud, Ciencia y Tecnología1(1).
  • De la Cruz Sedano, G. S., Flores, A. K. V., Porroa, J. J. J., & de Priego, G. A. P. M. (2020). Erupción dentaria: bases moleculares. Un artículo de revisión. Revista Científica Odontológica8(1), e009-e009.
  • Cano, L. M., Cortés, M. P., & Pérez, M. D. (2022). Relación entre el nivel socioeconómico y la cronología y secuencia de erupción de la dentición permanente. Científica dental: Revista científica de formación continuada19(2), 49-56.