Odontoiatra pediatrico: chi è qual è la sua funzione

Il dentista pediatrico è un professionista della salute che svolge un ruolo fondamentale nella cura della bocca dei più piccoli. Lo conoscete?
Odontoiatra pediatrico: chi è qual è la sua funzione

Ultimo aggiornamento: 31 luglio, 2022

L’assistenza sanitaria orale fin dalla tenera età è essenziale per evitare complicazioni future. E in questa linea l’odontoiatra pediatrico è un professionista appositamente formato per preservare le buone condizioni della bocca dei bambini.

Scegliere un dentista specializzato nella cura dei più piccoli ha molti vantaggi e in questo articolo ve li raccontiamo nel dettaglio.

Chi è l’odontoiatra pediatrico?

Come già anticipato, il dentista pediatrico è un professionista sanitario che si dedica alla cura orale dei bambini. In altre parole, hanno una specializzazione odontoiatrica (o post-laurea) che si concentra sulla cura e il trattamento della bocca dei più piccoli.

Questa branca dell’odontoiatria, oltre ad applicare le conoscenze relative alla prevenzione e all’igiene orale, tiene conto dell’aspetto psicologico del bambino. Ebbene, la necessità di creare un legame emotivo con il piccolo paziente è la chiave per ottenere una migliore ricezione dei trattamenti.

Inoltre, questo professionista considera l’importanza del sostegno dei genitori nella cura dei bambini. Pertanto, anche l’educazione degli adulti fa parte della cura.

In generale, il dentista pediatrico è il primo contatto dei bambini con il campo odontoiatrico. La sua azione sulla salute dei più piccoli inizia alla nascita e prosegue fino all’adolescenza.

Si raccomanda di effettuare la prima visita dal dentista pediatrico prima del primo compleanno del bambino e poi di continuare con visite regolari ogni 6 o 12 mesi, a seconda di quanto raccomandato dal professionista.

Questo regime consente un attento monitoraggio della crescita e dello sviluppo delle mascelle del bambino e il controllo dell’eruzione dei denti. Nel caso in cui appaia un problema in bocca, viene rilevato e trattato precocemente.

Chi cura l’odontoiatra pediatrico?

L’asse principale dell’odontoiatria pediatrica è la prevenzione, quindi il suo obiettivo è che i bambini sviluppino abitudini sane che promuovano la loro salute orale sin dalla tenera età. Cerca che i più piccoli si impegnino per la cura e l’igiene della bocca, che preferiscano un’alimentazione equilibrata e sana e che riescano ad avere un atteggiamento positivo nei confronti delle visite dentistiche.

Il dentista pediatrico si prende cura del bambino dalla nascita e monitora il bambino durante l’infanzia, l’infanzia, l’adolescenza e la prima età adulta. Come abbiamo detto prima, in questo processo la famiglia ha un ruolo attivo, quindi la cura in ufficio include i bambini e i loro tutori.

Il compito del dentista pediatrico inizia, idealmente, prima della nascita del bambino. Attraverso la guida della madre durante la gravidanza.

baby visita dentista dentista dentista pediatrico prima volta orsacchiotto paura del bambino
Il dentista pediatrico si occupa della cura e della prevenzione della salute orale dei più piccoli.

Funzioni dell’odontoiatra

Abbiamo già menzionato diversi aspetti chiave dell’assistenza orale pediatrica, come la prevenzione e l’igiene orale, la connessione emotiva e il legame con il paziente. Ma di seguito, vi parleremo in dettaglio delle funzioni più importanti del dentista per bambini.

1. Favorisce la salute orale e previene le più frequenti malattie della bocca

La carie dentale è una delle patologie più frequenti nell’infanzia. Il suo aspetto dipende, in larga misura, da alcuni comportamenti dannosi. Ad esempio, igiene orale inadeguata e diete ricche di zuccheri. Allo stesso modo, anche l’accumulo di batteri e residui di cibo in bocca predispone i bambini a soffrire di gengiviti e alitosi.

In questo senso il dentista pediatrico insegna a genitori e bambini la corretta pratica dell’igiene orale e la sua importanza. Insisterà in ogni consultazione per mantenere la bocca pulita e rimuovere la placca batterica con la pulizia orale dalla nascita. Anche con lo spazzolamento dei denti, l’uso del filo interdentale e del dentifricio al fluoro quando compaiono i primi denti in bocca.

Inoltre, il professionista consiglia i genitori per quanto riguarda l’alimentazione dei loro figli. Mantenere una dieta varia e nutriente, evitando cibi ultra-lavorati e zuccheri in eccesso, è fondamentale per mantenere la bocca sana.

Inoltre, formula raccomandazioni sulla consistenza degli alimenti per favorire la masticazione e consentire così il corretto sviluppo delle strutture orofacciali.

Alcuni studi dentistici specifici aiutano anche a prevenire le malattie orali nei bambini. Pertanto, il dentista può eseguire pulizie dentali, applicare topicalizzazioni al fluoro o applicare sigillanti per cavità e fessure sui molari permanenti appena eruttati.

2. Gestisce l’ansia dentale

Le visite dal dentista possono creare paura, paura o ansia in alcuni bambini. Il dentista pediatrico ha diverse strategie per rendere il momento della cura una situazione piacevole che il bambino può accettare e persino godere.

Il dentista può utilizzare giochi, canzoni, dimostrazioni, cambi di ruolo e altre tattiche per aiutare i bambini a familiarizzare con l’ambiente e le pratiche odontoiatriche. Visite frequenti e brevi, così come un trattamento affettuoso, sono fondamentali affinché i bambini acquisiscano la sicurezza di cui hanno bisogno per accettare questo tipo di cure.

3. Controlla la crescita e lo sviluppo della bocca e dell’eruzione dei denti

Dal momento che il bambino visita il dentista da bambino e per tutta la sua infanzia e adolescenza, il dentista pediatrico controlla lo sviluppo della bocca.

Il professionista può rilevare qualsiasi alterazione nella crescita delle mascelle o nell’uscita dei denti. Inoltre, la presenza di abitudini dannose o disfunzionali che possono mettere a rischio la corretta crescita della bocca o il posizionamento dei denti. E trova presto una soluzione adatta per tutti loro.

Se lo ritiene opportuno, indirizzerà il paziente a un ortodontista. Oppure se lui stesso è specializzato in questo settore, cosa molto comune nei dentisti pediatrici, applicherà i relativi trattamenti ortopedici e ortodontici.

4. L’odontoiatra pediatrico ratta le patologie orali

Nei casi in cui i bambini presentino o sviluppino un problema alla bocca, l’odontoiatra pediatrico sarà incaricato di diagnosticare e curare la situazione. Per questo, ricorrerà a diverse procedure e tecniche che gli consentiranno di ripristinare la salute perduta del bambino.

I trattamenti dentali più comuni per i bambini includono otturazioni, corone o faccette per ripristinare le cavità della cavità o trattare i difetti dello smalto. Inoltre, pulizie dentali per il trattamento della gengivite.

Nei casi necessari, il dentista pediatrico indicherà l’uso di farmaci, come quelli per il controllo del dolore, infezioni e alterazioni della mucosa e dei tessuti molli della bocca.

Il dentista dei bambini può eseguire i canali radicolari per preservare i denti gravemente danneggiati o estrarre i denti che non possono essere conservati. A seconda delle esigenze del caso e delle particolarità del paziente, utilizzerà l’anestesia locale, la sedazione o l’anestesia generale.

Quando i pezzi di latte vengono persi prematuramente, il dentista dei bambini procederà alla corrispondente riabilitazione. Ciò ripristinerà estetica e funzionalità e manterrà lo spazio fino all’eruzione dei pezzi finali.

dentista bambino spazzolino da denti prevenzione educazione igiene dentale
La prevenzione delle malattie del cavo orale comprende la routine di controlli semestrali o annuali durante l’infanzia.

5. Gestisce il trauma dentale

I colpi alla bocca sono situazioni abbastanza frequenti durante l’infanzia e l’adolescenza. Il dentista pediatrico è il professionista più appropriato per trattare queste situazioni traumatiche nei bambini.

Esistono varie procedure che cercano di riportare la normalità alla bocca lesa e la scelta di una di queste dipenderà dal grado di coinvolgimento dei tessuti molli, che si tratti di denti da latte o di elementi permanenti o se vi sia un danno all’osso alveolare.

Pertanto, se tuo figlio colpisce la bocca, è fondamentale contattare immediatamente il dentista pediatrico. Il professionista ti guiderà su come agire e aspetterà il suo piccolo paziente in studio per aiutarlo dopo l’incidente.

6. Si prende cura dei pazienti con disabilità

In aggiunta a quanto sopra, la formazione dell’odontoiatra pediatrico fornisce diverse risorse utili per la cura di pazienti con diverse disabilità, siano essi bambini o adulti. Ad esempio, persone con diagnosi di sindrome di Down, paralisi cerebrale, disturbo dello spettro autistico, tra gli altri.

In generale, un professionista farà parte del team di assistenza per i pazienti con palatoschisi, labbro leporino e altre anomalie craniofacciali.

L’importanza di visitare il dentista pediatrico

Evitare i problemi dentali fin dalla tenera età consente alla bocca dei bambini di svilupparsi e svolgere normalmente le proprie funzioni. Pertanto, mangiare, parlare, interagire e sorridere non sarà un problema per loro. Inoltre, con un cavo orale sano si evitano trattamenti più complicati, scomodi e costosi.

Portare il bambino dal dentista pediatrico sin da quando è un bambino è un atteggiamento molto benefico per la sua assistenza sanitaria. E avere un professionista preparato che se ne occupi vi darà molta tranquillità e vi farà sentire accompagnato nel compito di ricercare il benessere di vostro figlio.

Potrebbe interessarti ...
Cibi sani per i denti dei bambini: eccone 4
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Cibi sani per i denti dei bambini: eccone 4

Ci sono alcuni cibi sani per i denti dei bambini, che cioè ne favoriscono la protezione. Ecco perchè non dovrebbero mancare mai.



  • Leache, E. B., Quesada, J. B., Quesada, M. C., Ballesta, C. G., & Mendoza, A. (1995). Odontopediatría (pp. 85-93). Masson.
  • García, B., & Planells, B. A. M. P. (2011). Odontopediatría. La evolución del niño al adulto joven. Madrid-España: Ripano.
  • De Andrade Massara, M. D. L., & Barbosa Rédua, P. C. (2014). Manual de Referencia para procedimientos clinicos en Odontopediatria. In Manual de referencia para procedimientos clínicos en odontopediatría (pp. 264-p).
  • Atapoma, J. A., & Pizán, M. E. D. (2010). Manejo del dolor en odontopediatría. Revista Estomatológica Herediana20(3), 166-166.
  • Abanto, J., Imparato, J. C. P., Guedes-Pinto, A. C., & Bönecker, M. (2012). Anomalías dentarias de impacto estético en odontopediatría: Características y tratamiento. Revista Estomatológica Herediana22(3), 171-171.
  • Bellet, L. J., Sanclemente, C., & Casanovas, M. (2006). Coronas en odontopediatría: revisión bibliográfica. Dentum (Barc.), 111-117.
  • Chinchilla Figueroa, H. S., & Yepez Devia, S. D. (2021). Técnicas de adaptación no farmacológicas usadas en odontopediatría para disminuir la ansiedad durante la consulta odontológica. Revisión de la literatura.
  • Zambrano Palma, P. M. (2011). Farmacología aplicada a la odontopediatria (Bachelor’s thesis, Universidad de Guayaquil. Facultad Piloto de Odontología).
  • Baldeón Arellano, G. A. (2019). Farmacología aplicada a la odontología pediátrica.
  • Abréu, W., & Poche, A. (2018). Efectividad del uso de la musicoterapia en el manejo de la ansiedad en niños de 5 a 10 años que asisten al área de odontopediatría de la Clínica Odontológica Dr. René Puig Bentz de la Universidad Nacional Pedro Henríquez Ureña, período mayo-agosto 2018.
  • Lema, C., & Paúl, B. (2019). Nivel de ansiedad y miedo a la atención odontológica en pacientes de la Clínica de Odontopediatría de la FOD período 2019, mediante las escalas de Corah (Bachelor’s thesis, Quito: UCE).
  • López, L. A. J., Ugalde, R. R., & López, A. A. D. (2014). Factores de riesgo asociados con el estado de ansiedad en niños de cuatro a seis años de edad que acuden por primera vez con el odontopediatra. Revista de la Asociación Dental Mexicana71(1), 9-15.