3 domande da porsi prima di avere un figlio

· 6 Maggio 2019
Sentite il desiderio di avere un figlio? Prima di farlo, dovreste rispondere sinceramente a queste tre domande cruciali.

Ci sono donne che sembrano sentire un “orologio interno che suona”, e che fa loro nascere il desiderio di avere un figlio. Generalmente succede quando qualcuna vicino a loro resta incinta o quando si inizia a parlare di allargare la famiglia. Una donna sa quando è il momento di iniziare a cercare un figlio e quando questo “orologio si avvia” non è facile metterlo a tacere.

Avere un figlio è una delle decisioni più importanti che si possono prendere, sia a livello personale che di coppia. È la responsabilità più grande verso un’altra persona e non c’è al mondo cosa più importante che occuparsi di un figlio. Quando si diventa genitori non si è più responsabili solo di se stessi, ma anche di un altro essere umano che dipende in tutto e per tutto da chi lo ha voluto.

Per questo è importante assicurarsi di essere pronti ad avere un figlio prima di iniziare a cercarlo. È necessario tener presente che un bambino comporta molte decisioni, sarà la priorità su tutto e ci saranno momenti in cui le vostre esigenze passeranno in secondo piano.

Avete la possibilità economica di crescere un figlio?

Con un bambino le spese aumentano. Si spende di più per gli alimenti, per i vestiti ed anche la scuola, man mano che cresce, ha costi sempre più elevati per le famiglie. Non si può semplicemente avere un figlio senza pensare a quanti risparmi si hanno, ma soprattutto quante entrate ci sono ogni mese in famiglia.

Va considerato se si hanno risparmi o investimenti che possono coprire le spese scolastiche e far fronte alle future tasse universitarie. Se volete offrire ai figli tutto ciò di cui hanno bisogno e garantirgli un buon tenore di vita, dovrete avere delle entrate perché, anche se non ci piace ammetterlo, nella società moderna c’è bisogno di soldi per poter andare avanti.

Avete aiuti o una buona struttura familiare alle spalle?

Crescere un bambino non è facile ma da soli è ancora più complicato. Anche se non si ha necessariamente  bisogno di un compagno accanto per formare una famiglia, l’appoggio ed il sostegno di altre persone è fondamentale. Può trattarsi di un solido gruppo di amici che hanno già figli, dei genitori o dei parenti… ma c’è comunque bisogno di sapere di non essere soli  nel crescere un bambino.

Ci sono persone che sono riuscite a crescere dei figli da soli, senza l’aiuto di nessuno, si. Non sosteniamo che sia impossibile o che non si possa fare, ma bisogna essere consapevoli che da soli tutto diventa molto più difficile.

Siete disposti a cambiare per sempre il vostro stile di vita?

Non è possibile lavorare tutte le notti o tutti i week-end quando c’è un bambino da crescere. Anche se gli orari lavorativi possono essere accomodanti, un figlio ha bisogno del genitore accanto in diversi momenti della giornata. È possibile trovare un equilibrio tra la carriera lavorativa e le varie esigenze del bambino ma questo porta ad uno stato di stress del genitore che è poco salutare.

Una volta diventati genitori la vita non sarà più quella di prima. Potrà essere migliore, ma bisogna essere preparati a questo cambiamento. Siete pronti a cambiare totalmente la vostra vita?

Sia la vita sociale che le passioni, i viaggi o lo studio… niente di tutto questo tornerà ad essere come prima. Cambiano le priorità già dalla prima volta che si tiene il proprio bambino tra le braccia, le esigenze dei genitori passano da subito in secondo piano per soddisfare quelle del figlio. Sempre, senza discussioni. Occorre comprendere ed accettare questo prima di fare il grande passo.

La scelta di avere un figlio è molto importante, sicuramente la decisione più importante che può prendere una persona in tutta la sua vita. Per questo è necessario essere sicuri di diventare genitori. Non abbiate timore di guardare dentro voi stessi ed assicurarvi di essere pronti, sia economicamente che socialmente ed emozionalmente.