Bambini prematuri tardivi e principali complicazioni

Nascere presto non è solo una questione di date e i bambini prematuri hanno difficoltà ad adattarsi al mondo al di fuori del grembo materno. Scopri di più a riguardo.
Bambini prematuri tardivi e principali complicazioni

Ultimo aggiornamento: 24 giugno, 2022

Le nascite pretermine stanno diventando più frequenti e la maggior parte di esse si verifica tra le 34 e le 37 settimane di gestazione. Questi neonati sono conosciuti come bambini prematuri tardivi.

Nonostante i progressi della medicina fetale e neonatale, ci sono ancora molti problemi di salute che questi piccoli devono affrontare. Per questo vogliamo raccontarvi di cosa si tratta e quali cure speciali dovrebbero essere riservate a questi bambini durante i primi mesi di vita.

Cosa si intende per bambini prematuri tardivi?

Un parto prematuro è quello che si verifica prima delle 37 settimane di gestazione. All’interno di questo universo eterogeneo, ci sono bambini nati tra le settimane 34.0 e 36.6 e sono conosciuti come pretermine tardivo.

Questi bambini non sono “quasi a termine”, perché non presentano le caratteristiche di questa ultima tappa. In effetti, sono soggetti a tassi di malattia e mortalità più elevati rispetto a quei bambini che completano la loro maturità nel grembo materno. Questo è fondamentalmente perché non esiste una macchina in grado di sostituire ciò che l’utero offre durante la gravidanza. E in quelle ultime settimane di gravidanza, i piccoli finiscono di prepararsi per sopravvivere nel mondo esterno.

feto grembo del bambino calma rilassato pollice in alto placenta
Durante l’ultimo mese di gestazione avvengono importanti processi che contribuiscono alla maturazione fetale. In questo modo, più a lungo rimangono all’interno dell’utero, maggiori sono le possibilità di adattamento.

Una tendenza che cresce di giorno in giorno

Sfortunatamente, l’incidenza delle nascite pretermine è aumentata negli ultimi anni in tutto il mondo. In Italia, ad esempio, il tasso complessivo di prematurità è di circa il 7% dei parti.

Allo stesso modo, negli Stati Uniti l’aumento delle nascite premature è passato dal 10,6% nel 1990 al 12,2% nel 2009. Principalmente si tratta di pretermine tardivo.

Alcune delle possibili spiegazioni di questo fenomeno sono le seguenti:

  • Incremento e miglioramento delle tecniche di riproduzione assistita.
  • Aumento del tasso di gravidanze multiple.
  • Maggiore incidenza di parti indotti.
  • Età materna avanzata.
  • Aumento del numero di complicazioni gestazionali, come preeclampsia, obesità, diabete gestazionale, tra gli altri.

Sebbene nell’ultimo decennio si sia registrato un aumento significativo delle nascite premature, sono diminuiti anche i tassi di morbilità e mortalità nei neonati. Soprattutto per le cure speciali che i piccoli ricevono nei Reparti di Terapia Intensiva Neonatale e per il rigoroso follow-up che viene effettuato durante i primi anni di vita.

Quali sono i rischi dei bambini prematuri tardivi?

Come accennato in precedenza, i neonati pretermine tardivi sono più inclini a problemi di salute dopo la nascita, a causa dell’immaturità fisiologica e metabolica del loro corpo.

In effetti, i tassi di riammissione in ospedale per i neonati pretermine tardivi sono superiori a quelli per i neonati a termine. In generale, i motivi più frequenti sono la disidratazione dovuta a difficoltà nell’allattamento al seno, ittero, scarso aumento di peso o problemi respiratori.

Questa tendenza non si osserva solo nel primo mese di nascita, ma si estende per tutta l’infanzia. Ebbene, questi bambini sono più inclini a infezioni, disturbi respiratori e difficoltà di sviluppo.

Successivamente, descriveremo in dettaglio alcune delle condizioni di salute più frequenti dei neonati pretermine tardivi nel periodo neonatale e durante l’infanzia.

Alterazione nella regolazione della temperatura

I bambini prematuri sono più suscettibili all’ipotermia rispetto ai bambini a termine perché hanno meno tessuto adiposo e perdono calore più facilmente.

Inoltre, presentano un’immaturità della funzione di termoregolazione cerebrale (ipotalamo) che contribuisce a perpetuare questo problema.

Bambino prematuro nell'incubatrice.
Il tasso di riammissioni ospedaliere dopo la dimissione dalla nascita è più alto nei neonati pretermine tardivi rispetto ai neonati a termine. In generale, le loro difficoltà sono legate alla ridotta capacità di adattamento alla vita extrauterina.

Problemi respiratori dei bambini prematuri tardivi

A 34 settimane di gestazione, il tessuto polmonare non è completamente maturo e la quantità di tensioattivo è ancora bassa.

L’immaturità di questo tessuto predispone i neonati pretermine tardivi a varie condizioni polmonari, come la sindrome da distress respiratorio, la tachipnea transitoria o l’insufficienza respiratoria.

Inoltre, le infezioni delle basse vie respiratorie, come la polmonite, possono ripresentarsi nei primi anni di vita. Ancora più giovane, maggiore è il rischio di sviluppare bronchiolite da virus respiratorio sinciziale.

Ipoglicemia

I bambini prematuri tardivi hanno un rischio maggiore di bassi livelli di glucosio nel sangue (ipoglicemia) nelle prime ore di vita. Ciò è correlato a una scarsa risposta metabolica a causa dell’immaturità del tuo corpo.

Apnee, bradicardia e morte improvvisa

I neonati pretermine tardivi hanno una maggiore incidenza di apnee (centrali e ostruttive), nonché una diminuzione della frequenza cardiaca (bradicardia). Entrambe le condizioni possono aumentare il rischio di sviluppare la sindrome della morte improvvisa del lattante.

Problemi nello sviluppo neurologico

Un altro problema affrontato dai neonati pretermine tardivi è lo sviluppo neurologico ritardato. In questo senso , la maturazione cerebrale si intensifica dalla settimana 34. Infatti, alla settimana 35 il cervello fetale pesa solo il 65% del cervello di un neonato a termine e la sua superficie esterna contiene meno solchi.

Nel caso di neonati pretermine tardivi, gran parte dello sviluppo neurale fetale deve avvenire al di fuori dell’utero. E come abbiamo accennato, niente al mondo può eguagliare le condizioni che fornisce l’utero.

In questo modo, nascere prima del tempo predispone allo sviluppo di problemi motori, cognitivi o comportamentali nel bambino.

Per questo motivo, i neonati pretermine tardivi devono avere un rigoroso follow-up pediatrico durante i primi anni, al fine di identificare precocemente qualsiasi problema neurologico o di altro tipo. Nella fase prescolare e scolastica, questi bambini possono presentare alcune delle seguenti condizioni:

  • Deficit psicomotorio.
  • Problemi nello sviluppo del linguaggio.
  • Disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) e difficoltà di apprendimento.
  • disturbi del comportamento
Bambino distratto con ADHD.
L’ADHD è una condizione fortemente associata alla prematurità, sebbene questa non sia la sua unica causa.

Prendetevi cura dei bambini pretermine tardivi

Come abbiamo detto, i neonati pretermine tardivi hanno maggiori rischi per la salute e quindi devono ricevere cure speciali dopo la dimissione dalla maternità.

I tassi di riammissione in ospedale sono da 2 a 3 volte più alti nel pretermine tardivo rispetto al neonato a termine.

Per evitare questo esito, le diverse associazioni pediatriche suggeriscono una serie di cure per garantire il benessere del prematuro:

  • Allattamento esclusivo : il latte materno è l’alimento migliore per il bambino, soprattutto per i prematuri. I vantaggi che fornisce sono fondamentali per la loro crescita e sviluppo. Tuttavia, è possibile che ci siano maggiori problemi di adattamento al seno, a causa dell’immaturità del bambino.
  • Pelle a pelle: l’abitudine di stare pelle a pelle con il bambino, così come il metodo del canguro, è molto utile per i bambini prematuri tardivi. Il contatto fisico, gli abbracci e le carezze favoriscono la regolazione della temperatura corporea e il legame. E poi, promuovono un migliore sviluppo fisico e neurologico.
  • Alimentazione complementare: i bambini prematuri tardivi possono avere limitazioni nella loro crescita e la dieta deve essere controllata da uno specialista. L’inizio dell’alimentazione complementare dovrebbe basarsi sul loro stato di maturazione, sulla loro età corretta e sul loro sviluppo motorio.
  • Programma di vaccinazione: i neonati pretermine tardivi devono seguire lo stesso programma di vaccinazione dei bambini a termine, indipendentemente dall’età gestazionale o dal peso alla nascita. Una corretta conformità, senza indugio, è fondamentale per prevenire la morbilità e la mortalità dovute a queste malattie infettive.

I bambini prematuri tardivi richiedono una supervisione speciale

Certamente, la maggior parte dei bambini pretermine tardivi sta bene. Tuttavia, deve essere offerto loro un monitoraggio speciale durante i primi anni di vita, al fine di prevenire alterazioni o rilevare possibili problemi nel tempo.

Affinché questi bambini stiano bene la cosa più importante è il lavoro congiunto tra genitori, operatori sanitari e personale sanitario coinvolto.

Potrebbe interessarti ...
Bambini prematuri e problemi di salute: ecco quali
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Bambini prematuri e problemi di salute: ecco quali

"Secondo l'Organizzazione Mondiale della Salute (OMS) ogni anno nascono 15 milioni di bambini prematuri. Questo dato implica che un bambino su diec...