Influenza in gravidanza e come trattarla

18 Agosto 2019
Quando si scopre di essere incinta, bisogna tenere a mente una serie di dettagli utili per preservare la propria salute.

La donna incinta deve prestare maggiore attenzione per prevenire disturbi della salute come l’influenza e la tosse. Quando si scopre di essere in dolce attesa, bisogna tenere a mente una serie di dettagli utili per preservare la propria salute. Nonostante si tratti di un disturbo lieve, l’influenza in gravidanza può diventare una vera seccatura, poiché vi faranno sentire deboli, tutti i fastidi si acuiranno e dovrete andare dal medico affinché vi consigli una cura.

L’influenza è una condizione che di per sé non rappresenta un grosso pericolo, ma può protrarsi per vari giorni. Ovviamente va via con la stessa facilità con cui viene, ma non ha lo stesso effetto su tutti, infatti i bambini e gli anziani reagiscono in maniera molto diversa rispetto agli adulti.

La prevenzione è considerata il miglior rimedio per l’influenza.

Ebbene, essere incinta non significa essere malata, ciononostante è innegabile che quando si è in dolce attesa si diventa più suscettibili alle infezioni dell’apparato respiratorio. La causa che si nasconde dietro questo fenomeno è semplice: il sistema immunitario non reagisce con la stessa potenza quando si ha in grembo un bambino.

Inoltre, man mano che il piccolo cresce, occupa più spazio nel pancione ed esercita una certa pressione sui polmoni, il che genera difficoltà respiratorie e una diminuzione del ritmo cardiaco. Tutto questo fa sì che le future mamme abbiano maggiori probabilità di contrarre l’influenza o un virus respiratorio.

Come prevenire l’influenza in gravidanza

Donna incinta con scarpette sul pancione

Secondo alcuni studi, esistono otto tipi di virus responsabili del raffreddore, come quello dell’influenza, che provoca  febbre alta ed è molto diffuso tra le donne incinte. Per prevenire le complicazioni, come problemi ai polmoni o la polmonite, è fondamentale rivolgersi tempestivamente a uno specialista.

Sebbene non ci sia una correlazione diretta tra l’influenza in gravidanza e le alterazioni del feto, gli esperti affermano che questo stato può portare a parti prematuri e influire sul peso del bambino.

Alla luce di ciò, la prevenzione è considerata il miglior rimedio. Nel caso del virus influenzale, è importante vaccinarsi ogni anno, anche quando non si è incinta. Ma cosa succede se siete già in dolce attesa e non vi siete vaccinate? Non preoccupatevi, siete ancora in tempo.

Inoltre, potreste seguire questi consigli per tenere alla larga l’influenza:

  • Mantenetevi sempre idratate: prediligete acqua fresca e succhi naturali. Queste bevande vi aiuteranno a depurare l’organismo e ad aumentare i livelli di vitamine e minerali.
  • Se possibile, riposate ed evitate situazioni stressanti che vi rendono suscettibili.
  • Mantenete un’alimentazione bilanciata, che includa deliziose verdure, frutta e alimenti ricchi di fibre. In questo modo avrete sempre le energie necessarie per affrontare le situazioni negative.
  • Non restate chiuse in casa: uscite a fare una passeggiata o praticate uno sport che vi tenga in attività. Dite addio alla vita sedentaria, ma senza sforzare il corpo.

Rimedi casalinghi contro l’influenza in gravidanza

Febbricola, congestione nasale, tosse, mal di gola, brividi, inappetenza e mal di testa sono alcuni tra i sintomi che indicano la presenza di questa fastidiosa ‘malattia’ che colpisce le mamme. Con ogni probabilità, vi sentirete piuttosto male, perciò delegate e lasciatevi coccolare da chi vi circonda, solo così guarirete presto.

Potete chiedere ai vostri cari di prepararvi uno di questi rimedi casalinghi per l’influenza:

  • Se vi fa molto male la gola e avete la tosse forte, una bevanda calda a base di limone e miele vi farà molto bene. Anche fare dei gargarismi con acqua e sale potrebbe rivelarsi una buona idea.
  • Per alleviare la congestione nasale, mettete qualche goccia di olio di eucalipto su un fazzoletto e inalate varie volte a intervalli regolari.
  • I suffumigi sono formidabili per liberare le vie respiratorie. Un’altra idea potrebbe essere quella di fare una bella doccia calda e respirarne il vapore.

Quando è il caso di andare dal medico

Donna che si soffia il naso

Se i sintomi non spariscono entro qualche giorno, non esitate a rivolgervi al vostro medico curante. È probabile che siate affette da un’infezione secondaria, che necessita di cure particolari.

L’influenza può anticipare il parto o influire sul peso del bebè.

Fidatevi dei consigli del vostro medico e lasciate che la vostra famiglia si occupi della casa. Riposate e rimettetevi per godere appieno di questa bella fase della vostra vita. I vostri bimbi hanno bisogno di voi più che mai, dopotutto siete le loro eroine!