Rischi di dare troppo succo di frutta ai bambini

· 22 Ottobre 2018
Sebbene non sia del tutto negativo, il consumo eccessivo di succo di frutta potrebbe creare problemi di salute relazionati a nutrizione, sistema digestivo e denti.

Il succo di frutta è un alimento ideale per i bambini, le sue proprietà nutrizionali sono assolutamente dimostrate; tuttavia i pediatri hanno messo in guardia riguardo ai rischi di un suo eccessivo consumo.

Secondo gli studi realizzati dall’Accademia Americana della Pediatria, l’eccessiva somministrazione di succhi di frutta può essere dannosa per la salute dei bambini in diversi elementi del loro sistema.

Bisognerebbe sempre optare per prodotti naturali. La composizione del succo di frutta potrebbe essere la chiave per considerare o meno questo prodotto rischioso.

Sebbene non sia del tutto negativo, il consumo eccessivo di succo di frutta potrebbe creare problemi di salute relazionati a nutrizione, sistema digestivo e denti.

Come sappiamo, anche l’opzione più sana potrebbe comportare conseguenze negative per la nostra salute se la consumiamo in eccesso. Nel caso della frutta, si tratta di un alimento con proprietà infinite che, tuttavia, venendo processata, potrebbe comportare degli apporti negativi a seconda delle quantità che se ne consumano.

I succhi sono diventati un alimento molto gradito dalla popolazione infantile, inoltre sono facili da preparare e servire e sono anche un’eccellente alternativa per calmare la fame.

Per i genitori si tratta di un’opzione sana che, in grande misura, sostituisce le caramelle, le bibite gasate o i vari dolciumi ideati per i bambini.

Bambina che mangia anguria

Cosa dovrebbe preoccuparci riguardo al succo di frutta?

Fino a questo momento non ci sono ragioni per affermare che il succo di frutta sia dannoso per la salute dei bambini.

Tuttavia esiste una certa preoccupazione riguardo ai rischi che comporta l’eccessivo consumo di questo prodotto. Sebbene non esistano elementi sufficienti a credere che sia conveniente limitarne il consumo, gli specialisti hanno rivelato che potrebbe danneggiare la salute dei bambini.

Il principale motivo di preoccupazione per quanto riguarda questo alimento è lo zucchero, poiché, per quanto ne sappiamo, il gusto gradevole che i bambini provano per questo prodotto è costituito dalla sua dolcezza. Possiamo senza dubbio affermare che i dolci rappresentino un rischio, soprattutto se si esagera nel loro consumo, ma lo stesso vale per le bibite dolci, sebbene siano di origine naturale.

A tal proposito è risaputo che lo zucchero naturale della frutta non è dannoso come quello processato.

Se assunto in proporzioni eccessive, potrebbe comunque risultare dannoso. Ad esempio si crede che tale prodotto possa causare uno squilibrio dietetico o provocare diarrea.

Bambino che beve succo

I pediatri temono che una potenziale malnutrizione possa essere un effetto del dare troppo succo di frutta ai bambini.

Infatti, il consumo di frutta può far diminuire l’appetito dei piccoli; nonostante i genitori possano credere che i bambini stiano mangiando, in realtà non ricevono i principi nutritivi necessari ad integrare la propria dieta.

Al contempo, le caratteristiche particolari di ogni succo non consentono di contenere tutti gli elementi essenziali a garantire una buona nutrizione. Non dispongono delle quantità necessarie di grassi, proteine, la maggior parte delle vitamine e, nel caso dei succhi commerciali, delle fibre.

Inoltre, i carboidrati presenti sotto forma di zuccheri possono essere causa di malnutrizione e di altri problemi quali:

  • Sovrappeso
  • Diarrea
  • Flatulenze
  • Dolore addominale
  • Carie

Consumo stimato per età

Il consumo di tale alimento naturale deve essere regolato, ma la quantità dipende dall’età del bambino. In tal senso, l’Accademia Americana della Pediatria consiglia di stabilire dei limiti nel consumo di tale prodotto in base alle necessità nutrizionali, al peso del bambino e ad altre caratteristiche relazionate alla sua età.

Di conseguenza, secondo la regolazione proposta dagli esperti, i bambini dovrebbero consumare succo di frutta seguendo i seguenti criteri:

  • I bambini minori di sei mesi devono evitarne il consumo, in particolare perché il latte materno è l’unico alimento che dovrebbero consumare in questa tappa. Viene considerato dunque un grave errore dare un biberon con del succo di frutta per calmare la sete o la fame in questa fase.
  • I piccoli tra i dodici mesi e i sei anni non ne dovrebbero consumare più di un bicchiere al giorno. Dunque dargli più di 200 millilitri giornalieri può essere considerato eccessivo.
  • Dopo i sette anni i bambini possono assumerne due bicchieri al giorno, ma superare tale dose viene comunque considerato un eccesso.
  • È sconsigliato anche far consumare succo di frutta prima di andare a dormire o come trattamento in caso di disidratazione.