Sapete a che età i bambini dovrebbero avere il cellulare?

· 18 agosto 2018
La tecnologia può arricchire la nostra vita, ma anche peggiorarla notevolmente. E, soprattutto dai bambini, andrebbe usata con molta cautela. In questo articolo vi spieghiamo a che età i bambini dovrebbero avere il cellulare.

La tecnologia è costantemente presente nella nostra vita quotidiana. Computer, tablet, smartphone e altri dispositivi si trovano a disposizione degli adolescenti, ma anche dei bambini. La domanda è: a che età i bambini dovrebbero avere il cellulare?

In un mondo sempre più veloce, uno dei grandi interrogativi che si pongono i genitori è il seguente: a che età i bambini dovrebbero avere il cellulare? Anche se la risposta dipenderà in larga misura dalla situazione nella quale si trova ogni particolare famiglia e da circostanze speciali, gli esperti consigliano di far compiere questo passo solamente a bambini che hanno più di 12 anni.

Gli specialisti rispondono: a che età i bambini dovrebbero avere il cellulare?

La tecnologia è una parte fondamentale della vita di ognuno, a partire da età sempre più precoci. E non c’è dubbio che, al di là della dipendenza o anche della necessità, la tecnologia è presente in quasi tutti gli ambiti della vita. Quindi, quando si può ritenere che un bambino abbia la maturità sufficiente per fare un buon uso di questi dispositivi? A che età i bambini dovrebbero avere il cellulare?

In questo senso, si crede che i bambini non dovrebbero avere accesso a questa tecnologia prima dei 12 anni. Anche se questa età è quella che gli esperti considerano minima per l’utilizzo del cellulare, viene anche indicato che alcune applicazioni come WhatsApp o diversi social network non devono essere utilizzati prima dei 15 o 16 anni. In altre parole, un bambino di 12 anni può utilizzare il cellulare per giocare e vedere contenuti multimediali, ma si raccomanda di non consentirgli l’accesso ai social network.

L'accesso ai social network rappresenta una seria minaccia per la sicurezza dei bambini

In realtà, l’ideale sarebbe che i bambini non avessero un cellulare fino ai 15 anni di età. Infatti, in paesi come la Francia sono state approvate alcune leggi che vietano ai minori di 15 anni di fare uso dei cellulari a scuola. Questa normativa proibisce anche l’utilizzo di questo genere di dispositivi durante la ricreazione. Senza alcun dubbio, si tratta di una precauzione che ha lo scopo di preservare la sicurezza di bambini e adolescenti, così come di incoraggiare le tradizionali attività all’aria aperta.

Pericoli associati all’uso del cellulare in età precoce

Gli esperti ci mettono in guardia dai pericoli che vengono associati all’utilizzo del cellulare. Per questa ragione è così importante che i bambini piccoli non abbiano accesso a questa tecnologia. È vero che molti genitori comprano dei cellulari per i loro figli allo scopo di poterli localizzare rapidamente, ma bisogna anche ricordare che non è necessario che tale dispositivo disponga di un accesso a internet.

1. Accesso a contenuti inadeguati

Internet è una finestra sulla conoscenza, ma, allo stesso tempo, è anche una vetrina ricca di pericoli. Per esempio, la pornografia costituisce uno dei principali problemi per i minori, soprattutto per la semplicità con la quale è possibile accedervi.

2. Molestia

Attraverso la tecnologia, la molestia scolastica può insinuarsi perfino nella comodità di casa propria o in qualunque angolo del mondo. Il cyberbullismo o molestia on line è uno dei grandi pericoli che, al giorno d’oggi, si trovano ad affrontare i bambini.

3. Dipendenza

Proprio come nel caso dei videogiochi, l’uso incontrollato dei cellulari può creare dipendenza. I motivi principali affondano le proprie radici nei social network e nella possibilità di accedere a giochi e contenuti inadatti o proibiti.

Suggerimenti per proteggere i bambini da un uso indebito del cellulare

A che età i bambini dovrebbero avere il cellulare? Non prima dei 12 anni, a causa del gran numero di pericoli a cui possono venire esposti

Età adeguata

Secondo quanto indicano gli esperti, l’età adeguata alla quale i bambini dovrebbero avere un cellulare è, approssimativamente, 15 anni. Tuttavia, in casi più estremi, questa età non dovrebbe essere inferiore ai 12 anni.

Comunicazione costante e fluida

Mantenere una comunicazione costante e fluida con i propri figli è di fondamentale importanza. In questo senso, i genitori devono fare attenzione a eventuali cambiamenti nel loro comportamento, così come regolare e controllare sia l’uso indiscriminato del cellulare sia di altri dispositivi tecnologici che possono provocare dipendenza.

È fondamentale che i genitori esercitino la loro autorità e rendano molto chiare le regole relative al tempo che i loro figli dedicano all’ozio, soprattutto nel caso di impiego di nuove tecnologie.

Strumenti di controllo

Anche se non è possibile esercitare un controllo completo sulla tecnologia, esistono comunque diversi strumenti che agevolano questo compito e permettono ai genitori di bloccare determinate pagine dal contenuto inadatto all’età del bambino.

A che età i bambini dovrebbero avere un cellulare? Anche se la risposta a questo interrogativo può variare in base alle dinamiche di ogni singola famiglia, è anche vero che è necessario e raccomandabile che, prima di assumersi questa responsabilità, il bambino possieda un minimo di maturità.