BeReal, il nuovo social network utilizzato dagli adolescenti

In BeReal i giovani condividono immagini quotidiane e spontanee della loro quotidianità. Vi diciamo qual è l'idea di questo social network e come può influenzare i vostri figli.
BeReal, il nuovo social network utilizzato dagli adolescenti

Ultimo aggiornamento: 27 ottobre, 2022

Adolescenti e social network sono due concetti strettamente correlati. I nostri giovani trascorrono gran parte del loro tempo pubblicando e assimilando contenuti su Internet. Inoltre, esplorano i profili e partecipano alle tendenze in voga in questo momento. Tuttavia, proprio quando pensavamo che tutto in questo mondo fosse già stato inventato, appare BeReal, una proposta originale e innovativa che cambia le regole.

Il suo obiettivo è essere l’antitesi di quell’alone di superficialità e perfezione che si respira su piattaforme come Instagram o TikTok . Qui non ci sono filtri e non c’è pianificazione, perché l’idea è proprio quella di essere reali. Ed è proprio per il suo diverso approccio che questo social network sta spopolando tra gli adolescenti. Pertanto, se avete un figlio di queste età, vi interesserà scoprire di cosa si tratta.

Cos’è BeReal?

Come dicevamo, BeReal è un social network che è diventato molto di moda tra i giovani della generazione Z. Infatti è stato creato nel 2020 dai francesi Alexis Barreyat e Kevin Perreau, ma è nel 2022 che è aumentata la sua popolarità. Il concetto innovativo è che questa piattaforma ci permette di mostrarci e osservare gli altri nei momenti di tutti i giorni, senza modificare i video e senza organizzare nulla.

La dinamica è abbastanza semplice. Per utilizzare BeReal non si deve fare altro che scaricare l’applicazione (disponibile per iOS e Android) e creare un account utente. La piattaforma invierà quindi una notifica all’utente, a un’ora del giorno casuale e imprevedibile, con su scritto:”è ora di diventare reali”.

BeReal social network.
Quando l’app invia una notifica, è ora di pubblicare. Per farlo, bisogna scattare un selfie e poi fotografare l’ambiente.

Opzioni di pubblicazione

È in questo momento che gli utenti accedono al social network e hanno due minuti per caricare una fotografia di ciò che stanno facendo in quel momento. Il post sovrappone due immagini; una scattata con la fotocamera frontale (stile selfie) e una con quella posteriore, che mostra l’ambiente in cui vi trovate.

C’è la possibilità di pubblicare queste immagini in privato -in modo che solo i vostri amici possano vederle- oppure rendole visibili a tutti. In quest’ultimo caso, chiunque può scoprirvi e guardare i vostri post. Tuttavia, la persona può accedere al contenuto dei propri amici solo se ha precedentemente pubblicato le proprie fotografie. Pertanto, essere un utente passivo non è possibile.

In cosa è diverso BeReal dagli altri social network?

Con le informazioni di cui sopra avrete già capito quali sono alcune importanti differenze tra BeReal e altri social network tra i più popolari tra gli adolescenti. Ciononostante, vogliamo elencarvi le principali:

Usa il tempo

In applicazioni come TikTok, i giovani possono passare ore a scorrere i contenuti e l’idea è proprio quella. In questa piattaforma, lo scopo è fare in modo che gli utenti trascorrano più tempo possibile al suo interno, e per riuscire nell’obiettivo vengono utilizzate varie strategie. In BeReal, invece, l’obiettivo è fare in modo che il tempo di utilizzo sia limitato e che l’account venga utilizzato solo per vedere le pubblicazioni vere e in tempo reale.

Realtà contro finzione

Questa è la caratteristica più notevole, poiché qui non ci sono filtri, né divertimento né bellezza, che possono essere utilizzati sulle immagini.

Inoltre, non è nemmeno possibile accedere alla galleria per selezionare le foto scattate in precedenza.

L’unica opzione è prendere un’immagine sul posto e pubblicarla così com’è. È vero che ci sono diversi tentativi, ma le altre persone sapranno quanti ne hai usati prima di selezionare la fotografia finale.

Con questo, gli utenti sono chiamati a sbarcare nella realtà, a condividere e osservare la vita comune, i corpi comuni e le situazioni quotidiane. Ciò allevia la pressione che si crea in altri ambienti virtuali vedendo montaggi perfettamente preparati, ritoccati e manipolati.

L’obiettivo del social network è che i giovani condividano situazioni reali della vita quotidiana, senza modificare o snaturare le immagini.

Libertà di movimento

In BeReal, l’utente non può pubblicare quando vuole o quanto vuole, può farlo solo quando l’ app lo consente. E questo una volta al giorno, dopo aver ricevuto la notifica. Inoltre, non può rivedere i profili e i post di altri se non ha caricato i suoi contenuti quel giorno. Le regole sono molto più limitanti rispetto ad altri social network.

Durata del contenuto

Infine, i post di BeReal vengono rimossi entro 24 ore. Questo è qualcosa che accade anche su altre piattaforme con l’opzione storie, ma su di esse è possibile condividere altri contenuti che sono permanentemente visibili. Non qui.

BeReal ha anche i suoi rischi

La proposta di BeReal, insomma, è diversa e innovativa, poiché presenta interessanti spunti a suo favore. Tuttavia, non è un’applicazione perfetta. Ci sono persone che non lo usano correttamente e, invece di caricare l’immagine al momento giusto, aspettano di trovarsi in una situazione più “idilliaca” per entrare nell’applicazione e pubblicare. Questo ci porta a perdere il realismo che BeReal si propone.

D’altra parte, il fatto che la notifica arrivi in modo casuale ad un certo punto della giornata può tenere gli utenti costantemente all’erta, il che non è un bene. Ad ogni modo, è davvero un social network interessante che probabilmente vostro figlio adolescente usa o vuole usare. Tuttavia, in qualsiasi caso, la vostra guida e la vostra supervisione saranno importanti.

Potrebbe interessarti ...
Etá migliore per iniziare a usare i social network
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Etá migliore per iniziare a usare i social network

A che età i bambini possono cominciare a usare i social network? Il minimo legale è 14 anni, ma che fare se vogliono usarli prima?



  • Su C, Zhou H, Gong L, Teng B, Geng F, Hu Y. Viewing personalized video clips recommended by TikTok activates default mode network and ventral tegmental area. Neuroimage. 2021;237:118136. doi:10.1016/j.neuroimage.2021.118136
  • Wilmer, H. H., & Chein, J. M. (2016). Mobile technology habits: patterns of association among device usage, intertemporal preference, impulse control, and reward sensitivity. Psychonomic bulletin & review23(5), 1607-1614.