Che frutta offrire a un bambino di 6 mesi?

Dubbi su che tipo di frutta offrire a un bambino dai se mesi di età? Scopritelo qui!
Che frutta offrire a un bambino di 6 mesi?
Saúl Sánchez Arias

Scritto e verificato da il nutrizionista Saúl Sánchez Arias.

Ultimo aggiornamento: 28 dicembre, 2022

Quando il bambino raggiunge l’età di 6 mesi, può essere avviata l’alimentazione complementare. In questo modo vengono coperti i fabbisogni nutrizionali più importanti e l’organismo si abitua a una dieta più varia. Naturalmente, non tutti gli alimenti possono essere introdotti all’inizio. Pertanto, vi daremo alcuni consigli su che frutta offrire a un bambino di 6 mesi.

Innanzitutto va detto che l’inclusione delle verdure nella dieta dei bambini è  fondamentale, non solo per il suo contenuto di nutrienti, ma perché le future abitudini alimentari vengono stabilite durante le prime fasi della vita. Includere la frutta in questa fase aumenterà la loro preferenza in tempi successivi.

Che frutta offrire a un bambino di 6 mesi

Vi parleremo dei frutti che un bambino di 6 mesi può mangiare senza mettere a rischio la salute.

Banana

Questo frutto è una delle migliori fonti di potassio. Inoltre, ha carboidrati a basso indice glicemico, quindi fornisce energia di qualità. Inoltre, presenta alcune caratteristiche organolettiche che consentono una buona accettazione da parte dei più piccoli. Può essere offerta schiacciata o intera, in modo che il bambino possa sperimentare con questo frutto.

La banana fornisce energia di qualità ed è generalmente ben accettata dai bambini. Inoltre, può essere presentato a pezzi, intero o in purea.

Che frutta offrire? Provate con la pera

La pera si distingue per il suo contenuto di vitamina C. Questo nutriente ha dimostrato di essere essenziale per una buona funzione immunitaria. Se i livelli ottimali non vengono raggiunti nel corpo, sarà più probabile che si verifichino infezioni, in particolare infezioni polmonari. Inoltre, questa vitamina agisce anche come potente antiossidante.

Mela

Grazie alla mela è garantito un corretto apporto di fibre. Questo frutto contiene al suo interno una sostanza nota come pectina. Questo elemento è in grado di migliorare la salute dell’apparato digerente grazie ad un effetto positivo sul microbiota. Lo dimostra una ricerca pubblicata sulla rivista Experimental & Molecular Medicine .

Offrirlo al bambino è molto semplice. Un’opzione è preparare la composta o il porridge, anche se puoi anche dargli spicchi lavati di media grandezza con cui sperimentare. Ne esistono diverse varietà, ognuna con un diverso grado di dolcezza. Si consiglia di provare fino a trovare quello che ti piace di più.

Arancia e mandarino

Questi agrumi sono caratteristici per la loro concentrazione di vitamina C. Il più comune è usare il loro succo, anche se è più consigliabile consumarli interi. In questo modo non viene trascurata la fibra, elemento fondamentale per evitare che il fruttosio generi un impatto significativo sui livelli di glucosio nel sangue.

Kiwi

Un altro dei migliori frutti da offrire a un bambino di 6 mesi è il kiwi. Questo ha anche un’elevata quantità di vitamina C all’interno. Inoltre, presenta antiossidanti necessari per prevenire la formazione di radicali liberi e il loro successivo accumulo nei tessuti dell’organismo. In questo modo si prevengono a medio termine molte patologie complesse.

L’anguria, come il melone, ha un alto contenuto di liquidi, motivo per cui contribuisce a un buono stato di idratazione del bambino.

Che frutta offrire ai bambini? Melone e anguria

I frutti con un alto contenuto di liquidi sono fondamentali per garantire un buono stato di idratazione. Inoltre, sia il melone che l’anguria sono molto gustosi, quindi i bambini li accetteranno perfettamente. È meglio tagliare piccoli triangoli e offrirli a loro per sperimentare. Certo, è decisivo evitare di contenere crocchette all’interno.

Pesca

Le pesche si caratterizzano per la concentrazione di vitamine e antiossidanti in quantità abbondanti. Tuttavia, è più probabile che causino allergie rispetto a tutti i frutti discussi sopra. Per anni è stato consigliato di aspettare fino a dopo l’anno per aggiungerli alla dieta, ma attualmente c’è l’impegno per la loro inclusione precoce. In questo modo si potrebbero prevenire le reazioni autoimmuni.

Includere la frutta nella dieta dei bambini

Come avrete visto, ci sono molti frutti diversi che possono essere inclusi nella dieta dei bambini. Questi alimenti sono considerati benefici per la salute generale. Inoltre, le fibre che contengono contribuiranno a migliorare il funzionamento dell’apparato digerente influenzando positivamente il microbiota.

Esistono diversi modi per introdurre questi prodotti nella dieta dei più piccoli ed è bene alternarli. Ad esempio, si possono preparare porridge, pappe e frullati, ma dovranno essere offerti anche pezzi crudi per consentirne la manipolazione. In questo modo il bambino si adatterà alla loro consistenza e sarà più predisposto a preferire per questi alimenti.

Potrebbe interessarti ...
I 5 migliori frutti per bambini: bontà e salute!
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
I 5 migliori frutti per bambini: bontà e salute!

Ecco quali sono i frutti più raccomandati per i bambini, in grado di dare loro tutti i nutrienti necessari allo sviluppo e di accontentare il loro ...



  • Carr, A. C., & Maggini, S. (2017). Vitamin C and Immune Function. Nutrients9(11), 1211. https://doi.org/10.3390/nu9111211
  • Beukema, M., Faas, M. M., & de Vos, P. (2020). The effects of different dietary fiber pectin structures on the gastrointestinal immune barrier: impact via gut microbiota and direct effects on immune cells. Experimental & molecular medicine52(9), 1364–1376. https://doi.org/10.1038/s12276-020-0449-2

Il contenuto di Siamo Mamme è solo a scopo educativo e informativo. In nessun caso sostituisce la diagnosi, la consulenza o il trattamento di un professionista. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.