Tonno in scatola in gravidanza: sì o no?

Non tutti i tipi di tonno in scatola possono essere consumati durante la gravidanza. Vi diremo quali dovrebbero essere evitati e quelli la cui assunzione non presenta rischi.
Tonno in scatola in gravidanza: sì o no?

Ultimo aggiornamento: 17 novembre, 2022

Durante il periodo di gestazione occorre prestare maggiore attenzione all’alimentazione. Tenete presente che un errore a questo punto potrebbe influire sulla salute del bambino e sul suo sviluppo futuro. In questo senso, dovreste sapere che ci sono alcuni alimenti che sono soggetti a restrizioni, poiché contengono alcune tossine all’interno. Ecco perché vi diremo se è possibile mangiare il tonno in scatola durante la gravidanza.

Innanzitutto, va detto che il pesce apporta diversi benefici per la salute in generale. Quello azzurro è particolarmente apprezzato per il suo contenuto di acidi grassi insaturi, nutrienti di alta qualità. Inoltre, contengono vitamina D, elemento carente in gran parte della popolazione. Tuttavia, le varietà di dimensioni più grandi possono contenere metalli pesanti.

È possibile consumare il tonno in scatola durante la gravidanza?

Il tonno in scatola è un alimento consigliato per quasi tutti i tipi di diete. Tuttavia, non è raccomandato per le donne in gravidanza a causa della presenza di mercurio all’interno dell’animale. Questo minerale si accumula nel tessuto adiposo, passa al feto e può causare problemi al suo sviluppo. Ciò è dimostrato da una ricerca pubblicata su The International Journal of Occupational and Environmental Medicine.

Infatti, il tonno ha concentrazioni di mercurio più elevate rispetto ad altri grossi pesci grassi, come il salmone.

Inoltre, va detto che è meglio evitare altre specie di pesci durante la gestazione, come il tonno imperatore, il luccio, lo squalo e il tonno rosso. Inoltre, bisogna fare attenzione con alcuni pesci bianchi, come il nasello, anche se in questo caso il problema è legato alla possibile presenza di anisaki all’interno.

Il tonno contiene al suo interno mercurio e a questo bisogna aggiungere che la lattina può sprigionare tracce di altri composti poco benefici per la salute del feto, quindi è meglio evitarlo durante la gravidanza.

Esiste la possibilità di introdurre il tonno nella dieta durante la gravidanza?

Anche se abbiamo detto che è meglio evitare il tonno in scatola durante la gravidanza, c’è un’opzione per consumare questo pesce in sicurezza. Quello che devreste fare è ricorrere a una specie specifica nota come tonno bianco o tonno chiaro. Questo è di dimensioni molto più piccole del tonno rosso, quindi la concentrazione di mercurio al suo interno sarà molto più bassa.

È un pesce sicuro e molto benefico per la salute, poiché contiene acidi grassi della serie omega-3. Questi composti hanno dimostrato di contribuire allo sviluppo del sistema nervoso del bambino e persino, durante l’età adulta, sono correlati a un minor rischio cardiovascolare. Inoltre, prevengono la comparsa di patologie complesse che hanno l’infiammazione come meccanismo sottostante.

Come consumare il tonno in sicurezza?

Come avete visto, è possibile introdurre il tonno chiaro o bianco nella dieta delle donne in gravidanza. In questo caso, è meglio ricorrere alle conserve e dare sempre la priorità a quelle che arrivano in barattoli di vetro rispetto a quelle in scatola. Ovviamente è necessario leggere l’etichetta per verificare che non contengano sale e additivi in eccesso.

Patè Di Tonno

Un’altra opzione è quella di acquistare il patè di tonno. Non è il migliore degli alimenti, ma ha un alto profilo di sicurezza, in quanto passa attraverso un processo di pastorizzazione. Questo alimento fornisce proteine ad alto valore biologico e può essere benefico se non contiene conservanti o coloranti.

Empanadas o patè di tonno sono due delle opzioni sicure da mangiare durante la gravidanza. Nel primo caso è positivo che il pesce venga abbinato anche ad altri alimenti come uova o verdure, che sono di buona qualità nutrizionale.

Tortino di tonno

L’ultima delle alternative è la empanada di tonno, dato che normalmente è fatta con tonno in scatola. Inoltre, abbinate questo pesce con altri alimenti ad alta densità nutritiva, come uova e verdure.

È possibile consumare il tonno in scatola durante la gravidanza, anche se non tutti

Come accennato, alcune varietà di tonno in scatola possono essere consumate durante la gravidanza. Ovviamente è fondamentale evitare il tonno rosso e gli altri tipi di pesce citati, poiché potrebbero mettere a rischio la salute del feto.

Tenete presente che garantire un apporto regolare di acidi grassi omega-3 sarà fondamentale per assicurare il corretto sviluppo nervoso del bambino. Con questa strategia si riduce il rischio che il bambino soffra di disturbi dello spettro autistico alla nascita.

Potrebbe interessarti ...
Mangiare le noci in gravidanza: sì o no?
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Mangiare le noci in gravidanza: sì o no?

È possibile includere e mangiare le noci in gravidanza? Sono alimenti benefici carichi di nutrienti essenziali.



  • El-Badry, A., Rezk, M., & El-Sayed, H. (2018). Mercury-induced Oxidative Stress May Adversely Affect Pregnancy Outcome among Dental Staff: A Cohort Study. The international journal of occupational and environmental medicine9(3), 113–119. https://doi.org/10.15171/ijoem.2018.1181
  • Martins, B. P., Bandarra, N. M., & Figueiredo-Braga, M. (2020). The role of marine omega-3 in human neurodevelopment, including Autism Spectrum Disorders and Attention-Deficit/Hyperactivity Disorder – a review. Critical reviews in food science and nutrition60(9), 1431–1446. https://doi.org/10.1080/10408398.2019.1573800