Mio figlio cade spesso: perché succede e cosa posso fare?

Essere madre è un mondo pieno di dubbi e preoccupazioni, una delle più frequenti è associata alle cadute. éerché mio figlio cade così spesso? Fortunatamente, è un processo normale nel loro sviluppo, soprattutto se il bambino ha meno di un anno e mezzo.
Mio figlio cade spesso: perché succede e cosa posso fare?

Ultimo aggiornamento: 21 febbraio, 2022

A volte i genitori si preoccupano più del necessario, ma ci sono casi in cui la nostra preoccupazione è comprensibile. Ad esempio, è normale che i bambini cadano molto, ma mio figlio cade spesso: cosa posso fare?

Apparentemente, questo ha a che fare con l’indipendenza che ogni bambino dimostra di avere, in base alla fase dello  sviluppo in cui si trova. Alcuni piccoli iniziano a parlare più velocemente di altri e il loro apprendimento generale avviene precocemente. Pertanto, le cose che sono semplici per alcuni, possono costare molto ad altri.

L’età dei primi passi varia anch’essa da bambino a bambino.. Se confrontiamo il nostro con un cugino o un amico della stessa età, potremmo trovare differenze che ci riguardano. Tuttavia, ciò non significa che vi sia motivo di allarmarsi. Non tutti cammineranno a partire dallo stesso momento e con la stessa abilità.

Dai dieci a sedici mesi è la fase in cui la maggior parte dei bambini comincerebbe a camminare. Tuttavia non esiste un periodo standard; cioè, alcuni potrebbero farlo prima o poi. Per poter camminare senza cadere, il bambino dovrà esercitarsi, quindi se cade è perché sta imparando.

Quando è che un bambino inizia a camminare senza cadere?

Sebbene non ci sia un lasso di tempo esatto per iniziare a camminare, potrebbe variare da nove mesi a un anno e mezzo. Tuttavia, questo non significa che impareranno immediatamente a farlo. Affinché possano camminare senza cadere, dovranno essere caduti più volte.

È normale se cade troppo. Tuttavia, a volte questo impedisce loro di imparare perché avranno paura, soprattutto se sono stati feriti. Molti bambini sono estremamente cauti, quindi non cammineranno finché non saranno sicuri di non cadere.

Quindi, per i pediatri è normale che cadano frequentemente, così come non lo fanno. A questo proposito, si ritiene che non ci preoccuperemmo così tanto se non cade mai, ma non è così che di solito accade. La capacità di camminare a volte viene acquisita senza che ce ne accorgiamo. Tuttavia, in alcuni casi non è completamente raggiunto.

L’insicurezza con cui camminano i bambini è comprensibile e fa parte del loro apprendimento. Sta a noi accompagnarli senza interferire troppo. Ci vuole tempo per trovare l’ equilibrio. Pertanto, dobbiamo lasciarli cadere mentre lo fanno in un luogo sicuro e sotto sorveglianza.

Devo preoccuparmi se mio figlio cade spesso?

Quando un bambino ha superato i 18 mesi, la maggior parte delle sue capacità si è sviluppata abbastanza da permettergli di iniziare a camminare senza intoppi.

La sua autonomia nel camminare è ampiamente percepibile. Sebbene sia normale che tutti imparino in tempo, a questo punto in condizioni normali dovrebbe aver smesso di cadere.

In questo senso, se dopo un anno e mezzo di età il bambino sembra non aver imparato a camminare, è importante consultare il pediatra.

A volte è questione di tempo, poiché potresti aver bisogno di più sicurezza. Tuttavia, è necessario escludere qualsiasi problema nello sviluppo neurologico del bambino. Vengono anche valutati il tono muscolare, la forza e la storia del bambino.

I bambini continueranno a cadere per molto tempo. Intorno ai due anni, le cadute sono ancora comuni. Ginocchia sbucciate e lividi sono comuni durante l’infanzia. Tuttavia, quando sono bambini grandi, alcuni segnali di pericolo sono i seguenti.

  • Il bambino smette improvvisamente di camminare bene
  • Quando è un bambino grande e non cammina in linea retta ma si appoggia da una parte o dall’altra, deve tenersi per evitare di cadere.
  • Se notiamo che improvvisamente non ha forza nelle gambe, soprattutto se prima la sua andatura era stabile
  • Osserviamo che cade frequentemente e lo trova doloroso, sia camminando che cadendo.

In questi casi è molto importante dare loro il nostro sostegno. Inoltre, è fondamentale consultare un medico, perché una diagnosi precoce può fare la differenza.

Evitiamo di rimproverarlo continuamente, ma non cerchiamo nemmeno di sovraproteggerlo. Incoraggiamolo a esercitare la sua fiducia ed essere consapevoli che alcuni sono più abili di altri.

Mio figlio cade spesso: raccomandazioni generali

Anziché diventare iperprotettivi, è opportuno prevenire dei rischi. A volte gli incidenti dovuti alle cadute sono molto frequenti e possono diventare pericolosi. Per assicurarti che non ci siano pericoli, segui questi consigli.

  • Bloccare l’accesso alle scale fino a quando il bambino non ha più di tre anni. Se sei più anziano e hai questi problemi, devi anche aumentare le cure quando siamo nelle zone alte.
  • Proteggi gli angoli e le superfici taglienti che potrebbero ferirti in caso di caduta. È conveniente posizionare protezioni agli angoli di tavoli o altri mobili.
  • Impedisce al bambino di camminare in aree dove il terreno è duro e irregolare.
Potrebbe interessarti ...
Il terribile momento in cui il bambino cade per la prima volta
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Il terribile momento in cui il bambino cade per la prima volta

Ogni mamma ricorda il giorno in cui il bambino cade per la prima volta. Basta un attimo di distrazione. In genere queste cadute non provocano danni...