Capezzoli doloranti durante l'allattamento: ecco alcuni consigli

L'irritazione dei capezzoli è uno dei problemi più comuni per le neomamme. Ecco perché oggi vi diciamo tutto quello che devi sapere.
Capezzoli doloranti durante l'allattamento: ecco alcuni consigli

Ultimo aggiornamento: 06 luglio, 2022

I capezzoli doloranti durante l’allattamento sono uno dei motivi più comuni per cui le donne rinunciano all’allattamento al seno esclusivo. A loro volta, gli inconvenienti che causano questa problematica riguardano la posizione o l’attaccamento al capezzolo, infezioni, capezzoli invertiti o piatti, vasospasmo o disturbi nella cavità orale del bambino.

Qualunque sia la causa, c’è molto che puoi fare per migliorare i capezzoli doloranti e ti diremo come di seguito. Non perdetevela!

Capezzoli doloranti durante l’allattamento

La lesione al capezzolo è una complicanza molto comune tra le donne che allattano al seno e può manifestarsi con dolore intenso o bruciore al seno, soprattutto quando si mette il bambino per allattare.

Un’altra difficoltà causata da queste lesioni è che possono essere ricorrenti e quindi ridurre il tasso di epitelizzazione e ritardare la guarigione. Di conseguenza, provoca un grave impatto sull’allattamento al seno e ne condiziona la continuità.

Detto questo, è fondamentale attuare le strategie necessarie per migliorare la condizione dei capezzoli della madre e ti daremo 10 consigli per raggiungerlo.

1. Correggere la posizione e la presa sbagliate del bambino

La correzione della posizione e dell’attaccamento del bambino al seno è una delle raccomandazioni più frequenti basate sull’esperienza per la gestione del dolore e del dolore ai capezzoli.

Quando questi aggiustamenti vengono effettuati entro la prima settimana dalla nascita, si traducono in un allattamento al seno più lungo e ancora meno problemi durante l’allattamento.

2. Valutare la possibilità di mastite

Nella mastite è interessata solo una parte del seno, che si manifesta come un gonfiore duro e rosso sulla superficie del seno e che provoca dolore intenso al minimo tocco. La madre potrebbe anche avere la febbre e sentirsi giù.

Donna con mastite, uno dei problemi comuni durante l'allattamento.
La mastite è più comune nelle prime 2-3 settimane dopo il parto, ma può verificarsi in qualsiasi momento durante l’allattamento. La corretta gestione di questa condizione consiste nel migliorare il deflusso del latte e cercare di correggere ogni specifica causa che lo genera.

3. Idratare la pelle: fondamentale in caso di capezzoli doloranti

Il mantenimento dello strato lipidico protettivo della superficie cutanea è fondamentale durante l’allattamento e ciò si ottiene attraverso l’applicazione di creme. Quando i capezzoli sono doloranti o dolenti per l’attrito, è possibile utilizzare unguenti alla lanolina o alla vitamina A per alleviare il disagio.

Alcuni studi comparativi valutano i benefici della lanolina rispetto al latte materno stesso e posizionano il primo come uno degli agenti più efficaci per risolvere le irritazioni della pelle dei capezzoli.

4. Mettere l’olio di calendula

L’applicazione topica di oli di calendula per il trattamento dei capezzoli doloranti e screpolati durante l’allattamento apporta effetti benefici.

Questo composto ha importanti proprietà antinfiammatorie, confortanti e rigenerative. A sua volta, è un idratante naturale che genera importanti cambiamenti nella pelle.

5. Ricorri alle creme a base di corticosteroidi

La dermatite può essere trattata evitando gli irritanti e può essere trattata con un breve ciclo di trattamento con creme a base di corticosteroidi topici. Bene, ci sono alcuni casi in cui si sviluppa la psoriasi del capezzolo e queste creme sono la prima opzione terapeutica.

Tuttavia, questo tipo di farmaco non deve essere abusato e dovrebbe essere indicato dal medico specialista, soppesando i benefici e i rischi del suo utilizzo.

6. Applicare panni caldi sul seno

È comune che le donne che allattano al seno sperimentino ingorgo mammario, dotti ostruiti o vasospasmo dei capezzoli. Una delle misure per evitare queste condizioni è applicare impacchi caldi sull’areola prima di iniziare il tiro.

7. Indossare abiti larghi per evitare dolori ai capezzoli

L’abbigliamento non è uno dei fattori principali nella genesi delle lesioni del capezzolo durante l’allattamento. Tuttavia, una buona scelta aiuta a prevenire questi problemi frequenti.

L’uso di reggiseni molto aderenti provoca sfregamenti e sfregamenti continui, con il conseguente sviluppo di dermatiti e irritazioni ai capezzoli. Pertanto, l’ideale è scegliere abiti realizzati con materiali naturali e che siano larghi.

8. Monitorare la cavità orale dei bambini, in caso di capezzoli doloranti

Il bambino deve essere valutato per anomalie orofacciali, come protrusione, elevazione, lateralizzazione o arricciamento della lingua, che suggeriscono l’anchiloglossia.

Anomalie del palato, come palato a bolle o palato arcuato, interferiscono di per sé con l’allattamento e vengono valutate visivamente.

Quando i bambini hanno anchiloglossia e difficoltà di alimentazione, la frenotomia nella prima settimana di vita ha maggiori benefici rispetto a quando viene eseguita in seguito.

9. Valutare la comodità di usare un ciuccio o un biberon

Uno dei fattori legati alle lesioni ai capezzoli è l’uso di un ciuccio da parte del bambino. Questa pratica interferisce con l’attaccamento del bambino al seno della madre e può modificare il corretto schema di suzione. In questo modo, è più probabile che la donna sviluppi irritazioni o lesioni sulla pelle del seno.

Attualmente, l’uso del ciuccio è una pratica comune, sebbene l’OMS non lo raccomandi fino a quando l’allattamento al seno non sarà ben consolidato. In caso contrario, potrebbe interferire con la suzione, la masticazione e la deglutizione del bambino.

10. Evitare il vasospasmo del capezzolo

Il vasospasmo si riferisce alla contrazione dei vasi sanguigni che forniscono la pelle e i muscoli del capezzolo. Questo di solito provoca dolore e una sensazione di bruciore nell’area.

Le cause più frequenti sono l’esposizione al freddo oa stress fisico ed emotivo. Pertanto, dovrebbero essere evitati la caffeina, il tabacco e la permanenza in ambienti con temperature estreme.

Impacchi caldi alleviano rapidamente il dolore e il posizionamento e l’attaccamento corretto da parte del bambino andrebbero incoraggiati.

I capezzoli doloranti non sono solo un problema di pelle

I capezzoli doloranti e il dolore che lo accompagna interferiscono con l’umore, l’attività generale e il sonno della madre.

Pertanto, è necessario porre maggiore attenzione sull’educazione delle madri sul corretto posizionamento e attacco entro la prima settimana dopo la nascita per prevenire indolenzimento e indolenzimento dei capezzoli.

Potrebbe interessarti ...
Tipi di capezzoli e la loro influenza sull’allattamento
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Tipi di capezzoli e la loro influenza sull’allattamento

"Comuni, piatti, invertiti o pseudoinvertiti. Esistono diversi tipi di capezzoli e, generalmente, la loro forma non interferirà con la poppata da p...



  • Cadwell K, Turner-Maffei C, Blair A, Brimdyr K, Maja McInerney Z. Pain reduction and treatment of sore nipples in nursing mothers. J Perinat Educ. 2004 Winter;13(1):29-35. doi: 10.1624/105812404X109375. PMID: 17273373; PMCID: PMC1615851.
  • Abou-Dakn M, Fluhr JW, Gensch M, Wöckel A. Positive effect of HPA lanolin versus expressed breastmilk on painful and damaged nipples during lactation. Skin Pharmacol Physiol. 2011;24(1):27-35. doi: 10.1159/000318228. Epub 2010 Aug 18. PMID: 20720454.
  • Barankin B, Gross MS. Nipple and areolar eczema in the breastfeeding woman. J Cutan Med Surg. 2004 Mar-Apr;8(2):126-30. doi: 10.1007/s10227-004-0116-6. Epub 2004 May 3. PMID: 15129318.
  • Steehler MW, Steehler MK, Harley EH. A retrospective review of frenotomy in neonates and infants with feeding difficulties. Int J Pediatr Otorhinolaryngol. 2012 Sep;76(9):1236-40. doi: 10.1016/j.ijporl.2012.05.009. Epub 2012 Jun 16. PMID: 22704670.