Educazione positiva in casa: come fare?

· 27 Aprile 2018

L’educazione positiva è conosciuta anche come disciplina positiva e si sviluppa man mano che il piccolo cresce. Occorre ricordare che la disciplina non ha niente a che fare con il castigo, visto che il piccolo non ha bisogno di subire punizioni per imparare a comportarsi.

L’educazione positiva e il castigo non vanno di pari passo

Il castigo è un’imposizione verso una persona che ha sbagliato qualcosa nel suo comportamento. La disciplina invece viene utilizzata per insegnare e guidare il bambino e non va mai di pari passo con il castigo o con l’imposizione attraverso la paura. L’educazione positiva è un’orientamento positivo verso il bambino, alcuni la chiamano anche “orientamento leggero” per differenziarla da quello tradizionalmente conosciuto nella società.

In questo articolo vi diamo alcuni suggerimenti che potete adottare se volete educare positivamente vostro figlio. Utilizzare la disciplina positiva in casa è il modo migliore per insegnare qualcosa ai vostri figli e rinsaldare il legame famigliare. Cosa che non succede attraverso il castigo o l’imposizione autoritaria.

educazione positiva

Se i bambini non stanno prima bene con sé stessi non potranno comportarsi adeguatamente, perché le emozioni negative che provano non lo permetteranno. Se volete aiutare vostro figlio a stare meglio e ad avere un’intelligenza emotiva equilibrata dovrete applicare la tecnica dell’educazione positiva fin da subito.

Educazione positiva: creare un legame emotivo

Per poter stabilire un’educazione positiva in casa è importante stabilire, innanzitutto, un buon vincolo emotivo con il proprio figlio. Per fare ciò dimenticatevi delle minacce e dei castighi e pensate ad instaurare una comunicazione aperta e un atteggiamento flessibile davanti alle circostanze quotidiane (ma non permissivo). Ricordate che se vostro figlio si sentirà legato a voi sarà naturalmente portato a compiacervi ed entrambi vivrete bene il vostro rapporto.

La disciplina che impiegate fortifica o debilita il rapporto con vostro figlio?

Ogni volta che vi comportate in un certo modo dovete chiedervi se questa soluzione porterà a rafforzare o a debilitare il rapporto con vostro figlio. Dimenticate le punizioni che sono controproducenti per il vostro rapporto e a lungo andare non faranno altro che peggiorare la situazione. Dovrete stabilire delle regole che potenzino le aspettative, sempre in un modo empatico che aiuti il bambino a concentrarsi sul suo comportamento e non lo porti ad arrabbiarsi con voi (o qualcun altro).

Stabilite delle regole, se necessario, ma sempre con gentilezza

Tutti i bambini hanno bisogno di regole per sapere come comportarsi nella vita. I bambini educati con una disciplina positiva non sono da meno. Attraverso le regole il piccolo si sente più sicuro e rafforza il legame con i genitori o tutori. Tenete a mente che anche se ponete regole chiare, dovete essere flessibili alla prospettiva del momento. Per accettare e seguire le regole i bambini hanno bisogno di essere compresi da parte vostra.

educazione positiva

Per esempio, provate ad utilizzare questo tipo di frasi con vostro figlio. “Non mordere tuo fratello. Vai a spiegargli come ti fa sentire.” “Lo so che vorresti giocare ancora, ma è ora di dormire. So che sei triste ma domani potrai giocare per più tempo.”

Dite “Si” più spesso

Detto questo, i bambini faranno qualsiasi cosa gli diciate a patto che lo comunichiate con amore e senza imposizione. Anche se state stabilendo delle regole è bene dire spesso “Si” piuttosto che “No”. Ad esempio potete utilizzare il seguente metodo. “Questo è il momento di pulire la stanza, se mi aiuti domani potrai giocare con le macchinine in terrazza.” “Se non mi aiuti a pulire la stanza domani non potrai giocare con le macchinine in terrazza”. Il bambino nel primo caso si sentirà più motivato a partecipare. Notate la differenza?