Fertilità di coppia: un menu settimanale per migliorarla

Se state provando ad avere un bambini, ma non ci riuscite, potrebbe essere necessario modificare alcune abitudini nutrizionali.
Fertilità di coppia: un menu settimanale per migliorarla

Ultimo aggiornamento: 12 novembre, 2021

La fertilità di coppia è strettamente correlata alle abitudini di vita, su questo non ci sono dubbi. L’esercizio fisico regolare, un buon riposo notturno e una corretta alimentazione sono fondamentali per il concepimento. Per questo motivo, in questo articolo vogliamo presentarvi un menu settimanale che aumenti le possibilità di rimanere incinta.

Pur apportando le modifiche che vi sveleremo alla vostra dieta, dovete comunque tenere in considerazione che potrebbero esserci alcuni squilibri ormonali in grado di influenzare la capacità di concepire. Se dopo diversi mesi di tentativi non ci riuscite, è meglio consultare uno specialista, perché potrebbe essere necessario ricorrere a qualche trattamento farmacologico.

Cosa evitare di mangiare per migliorare la fertilità di coppia

Prima di tutto, vogliamo parlarvi di tutti quei cibi tossici o che dovete escludere dalla dieta, se quello che desiderare è migliorare la vostra salute e aumentare la vostra fertilità. In linea con questo, è essenziale limitare l’alcol e il tabacco, poiché interferiscono notevolmente con il concepimento.

E ancora, bisogna limitare il consumo di grassi trans e zuccheri semplici, che sono in grado di favorire l’aumento del peso corporeo. Questo è molto negativo quando si cerca di avere un figlio, secondo una ricerca pubblicata su Reproductive Biology and Endocrinology.

Una gravidanza in sovrappeso può essere rischiosa e aumenta le possibilità di sviluppare il diabete gestazionale. Inoltre, può causare alterazioni del metabolismo fetale e condizionare la salute del bambino durante le prime fasi della vita.

Nutrienti importanti per aumentare la fertilità di coppia

Per arrivare al concepimento è importante garantire una serie di nutrienti nella dieta della coppia. Tra questi, zinco, ferro, vitamina C, acido folico, magnesio, vitamina D, vitamina E, selenio e omega 3. Tutti partecipano a importanti processi metabolici, legati alla regolazione degli ormoni.

Se c’è un deficit in uno di questi nutrienti, le difficoltà nel concepire aumentano.

Oltre ad aumentare l’assunzione di cibi ricchi di questi elementi, è importante prestare attenzione alle modalità di cottura. Un metodo di preparazione improprio può degradare le vitamine e i minerali negli alimenti. Dovreste sempre scegliere di cucinare alla griglia, al forno o al vapore.

È anche fondamentale che l’assunzione giornaliera di frutta e verdura sia sufficiente. Cioè, bisogna includere da 3 a 5 porzioni di verdura al giorno. Altro elemento che non deve mancare è il pesce, che deve essere una delle principali fonti di proteine nella dieta, soprattutto nella sua varietà azzurra.

Andiamo ora con un esempio di menu settimanale per aumentare la fertilità nella coppia. Provatelo oggi stesso e osservatene i risultati!

Lunedì

  • Colazione: tè verde e pane tostato con guacamole e tacchino.
  • Pranzo: manzo alla griglia con fagioli e patate cotte.
  • Spuntino: 2 once di cioccolato con un’alta percentuale di cacao.
  • Cena: uova strapazzate con funghi e peperoni.

Martedì

  • Colazione: tè rosso e pane tostato con prosciutto e pomodoro.
  • Pranzo: salmone alla griglia con cavolfiore e riso.
  • Spuntino: una manciata di noci.
  • Cena: piselli saltati, funghi e gamberi.

Mercoledì

  • Colazione: infuso di frutti di bosco e uno yogurt con noci e cannella.
  • Pranzo: lonza di maiale alla griglia con patate dolci e spinaci.
  • Spuntino: frittella di riso con burro di arachidi.
  • Cena: uova alla griglia con insalata.

Giovedì

  • Colazione: porridge di avena.
  • Pranzo: nasello alla griglia con patate e peperoni cotti.
  • Spuntino: frullato di fragole.
  • Cena: omelette ripiena di tonno.

Il menu del venerdì per migliorare la fertilità di coppia

  • Colazione: tè verde con toast con avocado e formaggio fresco.
  • Cibo: merluzzo in salsa con patate.
  • Spuntino: prosciutto iberico.
  • Cena: soffritto di ceci con pollo e spinaci.

Sabato

  • Colazione: frittelle di farina d’avena con formaggio spalmabile.
  • Cibo: fajitas di pollo e verdure.
  • Spuntino: una manciata di noci.
  • Cena: gigli alla griglia con peperoni.

Domenica

  • Colazione: formaggio fresco mantecato con fiocchi d’avena e noci.
  • Cucina: pizza al tonno fatta in casa.
  • Spuntino: cioccolato ad alta percentuale di cacao.
  • Cena: insalata di verdure con tonno.
Coppia cucinare in modo sano grazie all'importanza della vitamina E per la fertilità.

Siete pronti a migliorare la vostra fertilità di coppia?

Come avrete visto, è possibile modificare la dieta e preparare un menù settimanale per aumentare la fertilità nella coppia. Attraverso un apporto ottimale di sostanze nutritive, aumentano le possibilità di concepire un bambino.

Tuttavia, questo potrebbe non essere sufficiente e dovreste consultare il medico se dopo un po’ non avete successo. Potrebbe essere necessario eseguire uno studio ormonale o di controllo dell’ambiente interno.

Infine, ricordate che è fondamentale abbinare la giusta alimentazione ad altre abitudini di vita sane, come evitare alcol e tabacco, praticare un regolare esercizio fisico e ridurre i livelli di stress.

Potrebbe interessarti ...
Posizioni yoga per migliorare la fertilità
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Posizioni yoga per migliorare la fertilità

Le posizioni yoga che migliorano la fertilità tornano utili quando si concepisce un figlio o quando ci si prepara a concepirlo. Scopriamo come e pe...



  • Sansone, A., Di Dato, C., de Angelis, C., Menafra, D., Pozza, C., Pivonello, R., Isidori, A., & Gianfrilli, D. (2018). Smoke, alcohol and drug addiction and male fertility. Reproductive biology and endocrinology : RB&E, 16(1), 3. https://doi.org/10.1186/s12958-018-0320-7
  • Silvestris, E., de Pergola, G., Rosania, R., & Loverro, G. (2018). Obesity as disruptor of the female fertility. Reproductive biology and endocrinology : RB&E, 16(1), 22. https://doi.org/10.1186/s12958-018-0336-z