Lavare i capelli al bambino tutti i giorni: fa bene?

10 Agosto 2018
Il bagno è una delle pratiche più importanti della routine quotidiana di un bambino. La cura dei capelli dipenderà dal suo ritmo di vita e dalle sue attività. Tuttavia, alcuni professionisti mettono in discussione la convenienza di lavare i capelli al bambino tutti i giorni.

Esistono molte leggende sui vantaggi o meno di lavare i capelli al bambino tutti i giorni. Esistono anche un’infinità di dubbi riguardo al fatto che lo shampoo influisca sulla crescita o sulla caduta dei capelli. Esamineremo questo argomento per capire quanto siano vere tutte queste speculazioni.

Lavare i capelli al bambino tutti i giorni dipenderà da quanto lui è attivo, dalle attività ricreative che fa e dal tipo di pelle che ha. Per esempio: uno sportivo, un pittore,  un amante dell’argilla o del fango potrebbero richiedere un lavaggio di capelli quotidiano.

Analogamente, il sudore di alcuni bambini è più forte di quello di altri. E, quindi, potrebbero sentire maggiore prurito o potrebbero essere più predisposti a prendersi i pidocchi o le lendini, cosa che di per sé provoca non poco disagio.  In questi casi, dunque, potrebbe essere necessario lavare i capelli al bambino tutti i giorni.

D’altro canto, un fattore che influisce sul numero di shampoo da fare al bambino è di sicuro la sua età. Non è necessario sottoporre i neonati a bagni completi. I neonati, infatti, hanno la pelle molto delicata e lavandoli spesso possiamo provocare loro dermatite o secchezza della cute.

In età scolare, invece, la frequenza con cui lavare i capelli al bambino dipenderà da quanto quest’ultimo torna a casa sporco.

È consigliabile lavare i capelli al bambino tutti i giorni? 

Tuttavia, se consultate un dermatologo, sicuramente vi dirà che non è necessario lavare i capelli al bambino tutti i giorni. I professionisti raccomandano sempre di fare lo shampoo tre volte a settimana. Ogni shampoo deve durare tre minuti e prevede un massaggio del cuoio capelluto e risciacquo con acqua tiepida.

Il prodotto più indicato è senz’altro uno shampoo con pH neutro. Questo tipo di shampoo evita che la pelle e gli occhi si irritino, riducendo al minimo ogni tipo di disturbo.

L’uso del balsamo, invece, è facoltativo. Il balsamo è studiato per favorire l’idratazione dei capelli secchi o danneggiati. Inoltre, aiuta a districarli facilmente.

Dopo i 12 anni, i bambini dovranno lavarsi i capelli con maggiore frequenza, poiché comincia per loro la fase della preadolescenza. È in questo periodo che compaiono gli ormoni. A causa di questi l’organismo comincia a secernere più grasso del normale, che comporta sporcizia e cattivo odore.

L’ora del bagno, un momento felice

A molti bambini l’ora del  bagnetto non piace. Questo rifiuto può avere diversi motivi:

  • I genitori li lasciano soli nella vasca fin da molto piccoli.
  • Non gradiscono la temperatura dell’acqua.
  • Lo shampoo o il bagnoschiuma provocano loro prurito o un’altra sensazione di allergia.
Bambino nella vasca

Per evitare che il bambino sviluppi la fobia per il bagnetto, è necessario creare un’atmosfera divertente. Potete permettergli di fare il bagno con qualche gioco, preferibilmente impermeabile all’acqua.

Potete anche leggergli o inventargli delle storie. Tutto è concesso per creare un momento di igiene personale all’insegna del divertimento e per radicare abitudini sane, che lo accompagneranno per tutta la vita.

Come prendersi cura dei capelli lunghi nei bambini?

A partire dai 6 anni i bambini e le bambine cominciano a preoccuparsi e a voler decidere del proprio corpo, dei propri vestiti e di altri aspetti del loro fisico. Uno dei più importanti sono sicuramente i capelli. Magari vogliono un taglio o una pettinatura alla moda. O magari desiderano portarli lunghi.

Se avete deciso di permettere al bambino o alla bambina di lasciar crescere un pochino i capelli, ciò implica per forza di cose una cura maggiore rispetto al solito. Ecco per voi alcuni consigli pratici.

  • I capelli vanno lavati un giorno sì e uno no. 
  • Usate un buono shampoo e un buon balsamo, specifici per bambini.
  • Utilizzate acqua tiepida  per mantenere i follicoli in buono stato.
  • Pettinateli costantemente, quando li lavate e quando sono asciutti.
  • Spuntatli frequentemente.

“Dopo i 12 anni, i bambini dovranno lavarsi i capelli con maggiore frequenza, poiché comincia per loro la fase della preadolescenza.”

Accorgimenti perché i bambini abbiano capelli da sogno

Se avete deciso di prendervi cura dei capelli dei vostri piccoli, vi consigliamo di dare un’occhiata ai suggerimenti che riportiamo sotto. Di sicuro vi aiuteranno a far avere ai vostri bambini dei capelli splendidi.

Non andare a letto con i capelli umidi

È fondamentale. Se il bambino si è lavato i capelli la sera, è importante che li asciughi prima di andare a dormire.  

Sui capelli umidi si sono depositati i batteri presenti sull’asciugamano. Questi a loro volta vengono assorbiti dal cuscino e potrebbero provocare delle infezioni. Inoltre, i capelli umidi potrebbero essere fonte di prurito, secchezza e forfora.

I codini o le treccine

Quando i capelli sono bagnati dobbiamo evitare di fare i codini o le treccine. Altrimenti, a causa dell’umidità, diventano più fragili e tendono a spezzarsi.  Lavare i capelli al bambino tutti i giorni

Seguire una buona alimentazione

Per i piccoli di casa, è fondamentale mangiare adeguatamente per stimolare la corretta crescita dei capelli. Per farlo, è necessario includere nella dieta i seguenti cibi: uova, formaggio e yogurt,  pane integrale, sardine, avocado, banana, pomodori e noci.

Tutti questi consigli vi aiuteranno a rendere il cuoio capelluto del vostro bambino sano, pulito e forte, per capelli che crescono in maniera ottimale.

Inoltre, ricordate di cercare prodotti di qualità, che offrano alti livelli di idratazione e specifici per i delicati capelli dei bambini. Infine, valutate con criterio la necessità di lavare i capelli al bambino tutti i giorni. Fatelo solo se è davvero imprescindibile.