Aceto di mele e pidocchi: è un rimedio utile per combatterli?

I pidocchi sono una condizione comune che però desta molta preoccupazione. Per questo motivo è sempre più diffuso l'utilizzo di rimedi naturali come l'aceto di mele.
Aceto di mele e pidocchi: è un rimedio utile per combatterli?

Ultimo aggiornamento: 05 novembre, 2021

L’infestazione da pidocchi è più comune nei bambini che negli adulti, poiché i più piccoli sono spesso a stretto contatto tra loro o condividono vestiti e giocattoli. Alcune persone ritengono che l’aceto di mele e i pidocchi siano correlati l’un l’altro.

L’aceto di mele è spesso considerato efficace nel prevenire l’annidarsi di questi parassiti, ma è davvero utile per combattere i pidocchi?

Bambini e pidocchi

I pidocchi sono un problema persistente e facilmente contagioso che colpisce più spesso i bambini in età scolare.

I pidocchi non possono volare o saltare e la trasmissione avviene attraverso il contatto testa a testa o condividendo vestiti o accessori, come i cappelli.

Sono di dimensioni molto ridotte e si riproducono e trasmettono rapidamente. Una volta sul cuoio capelluto, succhiano il sangue e vivono attaccati ai capelli nelle zone più calde e umide.

In generale, si nutrono ogni 3-6 ore del sangue del bambino e mentre mordono, iniettano la loro saliva.

Combattere i pidocchi.

Manifestazioni cliniche della pediculosi

Il prurito che caratterizza questa infestazione si genera quando il bambino viene sensibilizzato agli antigeni presenti nella saliva del pidocchio. Questa reazione è nota come ipersensibilità immuno-mediata.

In generale, il prurito compare 1 o 2 giorni dopo l’infezione. In genere le lesioni si sviluppano nella parte posteriore del collo e intorno alle orecchie.

È importante notare che il prurito induce ancora di più a grattarsi, il che può favorire l’insorgenza di un’infezione batterica secondaria.

L’aceto di mele funziona contro i pidocchi?

Mentre le opzioni di trattamento per i pidocchi includono agenti orali e insetticidi topici, l’aceto di mele è spesso considerato utile per migliorare questa condizione. Tuttavia, è probabile che non sia così efficace come viene comunemente considerato.

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of Pediatric Nursery, l’efficacia dell’uso dell’aceto per combattere i pidocchi non è supportata da alcuna evidenza. A questo proposito, è stato confrontato con cinque diversi rimedi naturali:

  • Olio d’oliva.
  • Alcool isopropilico.
  • Vaselina.
  • Maionese.
  • Burro.

Tra tutti, l’ aceto era il metodo meno efficace per arrestare la schiusa delle lendini o per eliminare i pidocchi. Tuttavia, nessuno degli altri rimedi era veramente efficace per quello scopo.

Un’altra pubblicazione del Penn State Department of Entomology afferma che l’aceto non è efficace nel rimuovere le lendini dai capelli.

Tuttavia, il vantaggio che forniscono alcuni rimedi naturali è quello di evitare i potenziali effetti tossici dell’uso di farmaci anti-pidocchi nei bambini piccoli.

Quindi quali trattamenti sono efficaci?

Il trattamento terapeutico della pediculosi comprende farmaci orali, misure igieniche complementari, unguenti, creme e shampoo.

Uno degli alleati più conosciuti ed efficaci per eliminare pidocchi e lendini è il pettine fine, chiamato lendino.

Oltre a questo elemento, un articolo di Parasitologia Research sostiene l’uso dell’olio dell’albero del tè per le sue proprietà insetticide.

D’altra parte, i farmaci che hanno dimostrato efficacia come pediculicidi sono i seguenti:

  • Farmaci da prescrizione: lindano, ivermectina, alcool benzilico.
  • Shampoo da banco: quelli che contengono piretrina o permetrina.

La piretrina è un pesticida naturale approvato per l’uso nei bambini di età superiore ai 2 anni.

Invece, la permetrina è un pesticida sintetico simile alla piretrina, ma è approvato per l’uso per 2 mesi.

A sua volta, l’ alcol benzilico è indicato per la pediculosi nei bambini dai 6 mesi.

A differenza di tutti gli altri, il lindano viene utilizzato come ultima risorsa perché può causare gravi effetti collaterali, come convulsioni e morte. Il suo uso nei bambini non è raccomandato.

Misure igieniche per combattere i pidocchi

Rimuovere i pidocchi con un pettine.

Oltre all’uso dei farmaci prescritti, ci sono altre strategie che possono essere messe in atto per gestire un’infestazione da pidocchi. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, i più consigliati sono i seguenti:

  • Usate un pettine sottile.
  • Assicuratevi che non ci siano altri infestati in famiglia.
  • Aspirate mobili e indumenti.
  • Lavate le cucce e gli animali di peluche con acqua calda e sapone.
  • Lavate pettini e spazzole in acqua calda per 10 minuti.
  • Non usate pesticidi in casa, poiché i pidocchi non possono sopravvivere per più di pochi giorni al di fuori della testa.

Aceto di mele come ultima spiaggia

In conclusione, sebbene l’aceto di mele non abbia dimostrato alcuna efficacia contro i pidocchi, molte persone riferiscono che è efficace quando lo si utilizza.

Pertanto, se avete intenzione di usare l’aceto di mele per sradicare i pidocchi, tenete presente che probabilmente non darà risultati positivi.

In questo caso, consultate il vostro medico in modo da farvi prescrivere il metodo più efficace e meno tossico per combattere i pidocchi.

Potrebbe interessarti ...
Domande sui pidocchi: le 10 più diffuse tra i genitori
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Domande sui pidocchi: le 10 più diffuse tra i genitori

Per i bambini è molto comune prendersi i pidocchi, così come è normale porsi domande sui pidocchi se si è genitori. Vediamo le più frequenti.