Vestiti per la maternità: ecco come sceglierli

· 18 ottobre 2018
Il guardaroba di una donna in genere è molto vario.  Tuttavia, le cose cambiano con l'arrivo di una maternità.  Difficilmente durante la gravidanza riusciremo a utilizzare i vestiti che avevamo prima del parto. E neanche dopo è detto che potremo indossarli di nuovo.

In questo articolo vi insegneremo a scegliere i vestiti per la maternità che meglio si adattano alle vostre caratteristiche fisiche. Magari dopo il parto vi è rimasto qualche chiletto di troppo o avete delle necessità speciali per via del cesareo o del’allattamento.

Non pensate di dover dire definitivamente addio ai vestiti che portavate prima del parto. Conservateli, li potrete rispolverare una volta ritrovata la forma che avete inevitabilmente perso con la gravidanza.

Se vi state già preoccupando che questo cambio di guardaroba vi possa costare una fortuna, state tranquille.

Con pochi e semplici stratagemmi potreste scegliere i vestiti per la maternità che più preferite senza dissanguare il vostro conto in banca. E soprattutto potrete scegliere dei capi che offrono comfort e allo stesso tempo valorizzano la vostra femminilità.

Per prima cosa, bisogna ritrovare la forma dopo il parto

Sappiamo che in poco tempo, se vogliamo, possiamo ritrovare la forma che avevamo prima del parto. O quantomeno una forma che si avvicini.

Anche se magari pensate di dover rinunciare per sempre a un vestito che vi piaceva tantissimo, in realtà dovete sapere che potete ricominciare a utilizzare qualsiasi capo ci sia nel vostro armadio.

Vale a dire che il nostro consiglio più spassionato non è sostituire il vostro guardaroba, bensì modificare la vostra alimentazione e cercare di seguire una routine di attività fisica che vi aiuta a recuperare il vostro peso ideale di prima della gravidanza in poco tempo. Credeteci, è fattibile.

“Accade spesso che dopo il parto molte madri modifichino completamente il proprio stile nel vestire. Alcune si sentono costrette a farlo a causa dei cambiamenti subiti dal corpo”

Potete scegliere i vestiti per la maternità che siano comodi e valorizzano la vostra famminilità

Consigli per scegliere i vestiti per la maternità

Vi presentiamo adesso alcuni consigli per scegliere i vestiti per la maternità in base a quelle che sono le nostre esigenze fisiche.

La cosa più conveniente è scegliere i vestiti per la maternità che ci facciano sentire bene. Avere un abito per ogni occasione magari da poter abbinare agli indumenti che vi sono rimasti. 

È normale che nessuna donna desideri indossare gli stessi vestiti che portava durante la gravidanza. Ecco perché il consiglio che ci sentiamo di darvi è di cominciare a scegliere i vestiti per la maternità con largo anticipo.

I vestiti per la maternità più adatti per la parte superiore del corpo

  • Un vestito che non vi segni troppo il corpo e sia adatto alla stagione in cui vi trovate. Va sempre bene per uscire dall’ospedale o per andare alle visite postnatali. I cappotti e le giacche larghe sono l’ideale per dissimulare i chili di troppo.  Nel caso in cui faccia molto caldo, i vestiti in stile impero che cadono morbidi possono essere una buona opzione
  • Como sappiamo, la pancetta è lo scoglio più grande da superare oltre a essere la zona più difficile da tonificare. Nonché quella che influisce maggiormente sul nostro modo di vestire. Per questo motivo, per dissimulare i chili in eccesso nella zona della pancia dobbiamo stare attenti al taglio dei vestiti. Possiamo scegliere vestiti che siano più aderenti sulla zona del girovita e più morbidi all’altezza dell’addome e del seno 
Bisogna scegliere dei vestiti per la maternità che valorizzino il vostro corpo

 

  • Lo scollo a V, a quanto pare, è in grado di focalizzare lo sguardo verso la parte superiore del corpo. Lo stesso vale per le camicette più aderenti sotto il seno e più ampie nella zona dei fianchi. Scegliete camicette che arrivino a coprire la parte superiore dei fianchi ed evitate quelle che vanno infilate nei pantaloni.

Vestiti per la maternità più adatti alla parte inferiore del corpo

Come c’era da aspettarsi, nei primi tempi dopo il parto forse non riusciremo ancora a rientrare nei nostri vecchi jeans. Ecco perché quei pantaloni che usavamo durante la gravidanza continueranno a tornarci molto utili e comodi.

Basterà portarli alla nostra taglia attuale con delle cuciture temporanee. Potete poi usare dei camicioni lunghi per nascondere i chiletti di troppo. Con i leggins staranno benissimo.

Se non vogliamo o non possiamo spendere troppi soldi, possiamo optare per degli indumenti economici o anche di seconda mano. Si tratta di abiti di cui non ci importa particolarmente, soprattutto poiché li useremo solo per un breve periodo di transizione  e poi ce ne disferemo.

Ricordiamo che i pantaloni devono essere comodi, poco attillati e adatti alla nostra condizione.

Vestiti per l’allattamento

Nel caso delle camicette, ricordiamoci che potremmo essere in piena fase di allattamento, e alcuni capi potrebbero essere poco adatti ad allattare.

Ecco perché è necessario scegliere camicette con l’apertura nella parte anteriore, dai colori neutri e in tessuti resistenti. Tenete presente, infatti, che entreranno in contatto con il latte, i rigurgiti e la bava del bambino.

La moda ci permette di giocare con il nostro guardaroba. La cosa più importante è che vi divertiate e che vi sentiate comode quando indossate i vostri vestiti. Osate, e sarete sempre belle e femminili!