Un leader e le dinamiche di leadership per i bambini

I leader non sono sempre persone esigenti, fastidiose e irritanti. Le loro caratteristiche possono essere definite fin dalla tenera età in modo che siano in grado di guidare un gruppo verso i migliori risultati.
Un leader e le dinamiche di leadership per i bambini
María Alejandra Castro Arbeláez

Revisionato e approvato da la psicologa María Alejandra Castro Arbeláez.

Ultimo aggiornamento: 16 dicembre, 2022

In qualsiasi gruppo umano bastano pochi giorni e anche ore di convivenza per rendersi conto di chi ricopre il ruolo di un leader. Nel più piccolo questo è evidente. Possono possedere queste inclinazioni dalla nascita o acquisirli durante lo sviluppo. Per quest’ultimo, presentiamo alcune dinamiche di leadership per i bambini che li aiuteranno a costruire un carattere forte, comprensivo e positivo.

Caratteristiche di un leader che sia valido

Attraverso le dinamiche di leadership per i bambini che spiegheremo, cerchiamo di escludere gli aspetti negativi che una forte personalità può comportare. Cercheremo di promuovere le buone maniere, l’ascolto attivo, la comunicazione assertiva e soprattutto la capacità di suscitare entusiasmo, impegno e motivazione tra i tuoi coetanei.

Un buon leader deve avere le seguenti abilità:

Dare il buon esempio

È il fondamento di ogni leadership. Se un leader del gruppo chiede qualcosa a cui in seguito non si conforma, il suo discorso crollerà come un castello di carta. Ad esempio, se pretende che tutti arrivino a una riunione alle 10 e lui lo fa alle 11, genererà rifiuto da parte di chi deve obbedire.

Le dinamiche di leadership per i bambini aiutano a identificare ruoli diversi.

Sapere come generare l’effetto desiderato sugli altri:

Ci sono persone che hanno bisogno di comprensione, sostegno e accompagnamento. Altri, invece, richiedono guida e disciplina per sfruttare il loro potenziale. Ci sarà anche chi è più autonomo e ha solo bisogno di linee guida chiare, insieme alla fiducia della propria leadership. Saper affrontare la relazione con ogni persona è il compito centrale di un leader.

Ottimismo, ambizione e determinazione

Il leader è colui a cui tutti guardano quando si deve definire una strategia e anche se qualcosa in essa non funziona. Per questo un capogruppo convinto, capace di sopportare pressioni e contrattempi, vale oro.

Un buon leader lavora fianco a fianco con i suoi collaboratori

È importante che tu partecipi ai compiti o che tu sia coinvolto in essi. La vera leadership non si basa sul dare istruzioni e poi criticare i risultati, ma sull’essere consapevoli di ogni fase del processo. E, naturalmente, avere la volontà di fare lo stesso che chiedi ai tuoi subordinati se le circostanze lo richiedono.

Dinamiche di leadership per i bambini

Sebbene queste dinamiche di leadership per i bambini mirino a generare persone determinate con la capacità di guidare gli altri, ciò non significa che dovremmo incoraggiare l’autoritarismo o la mancanza di rispetto. Come abbiamo accennato in precedenza, un buon leader sa sviluppare le potenzialità di ognuno fino a farne emergere la versione migliore, alla ricerca della sana gestione dell’insieme.

1. Una guida

Si formano due gruppi. Nella prima, una persona guiderà gli altri, che saranno bendati. Nella seconda sarà il contrario, una fasciata e quattro guide. La missione sarà completare un compito, come trasportare bicchieri d’acqua per riempire una brocca posta a un’altra estremità.

Alla fine, si discuterà su quale gruppo ha funzionato meglio. Questa attività cerca di dimostrare che tutto è più facile con una sola persona responsabile.

“I leader eccezionali fanno di tutto per aumentare l’autostima del loro personale. Se le persone credono in se stesse, è incredibile quello che possono realizzare”
–Sam Walton–

2. Il cerchio

È una delle dinamiche di leadership più semplici per i bambini. Consiste nel formare un cerchio con loro che si tengono per mano. Quindi viene chiesto loro di creare delle forme come triangoli, quadrati o stelle.

Chi ha preso l’iniziativa e ha dato le istruzioni? Questo esercizio è molto utile per identificare i leader naturali in un gruppo.

La leadership è una capacità che non si ottiene solo in modo innato.

3. Simone dice

È un gioco classico che tutti conosciamo. È uno dei modi migliori per perdere la paura di alzarsi in piedi di fronte a un gruppo e prendere le redini della situazione.

Consiste in un bambino in piedi di fronte agli altri e che impartisce ordini come saltare, toccare un orecchio o battere le mani anteponendo la frase “Simone dice” in modo che gli altri lo facciano. Se non vengono pronunciate queste parole, l’ordine non viene seguito. Tutti avranno la possibilità di guidare il gioco almeno una volta.

4. La palla e il ruolo di un leader

Questo gioco si basa sulla comunicazione di opinioni. Consiste nel formare un girone, scegliere un argomento su cui discutere e deciderlo. Ad esempio: che tipo di gioco si potrebbe costruire nel cortile della scuola?

Nel round, solo la persona con la palla può esprimere la propria opinione. Lo farà fino a quando qualcuno non lo chiederà verbalmente, anche se puoi rifiutarti di trasmetterlo per continuare a parlare.

Con questa dinamica, osserveremo la capacità dei bambini di esprimersi, così come il potere di convincere i loro coetanei.

5. Discussioni

Sulla stessa base della discussione delle idee, è possibile organizzare un dibattito in cui i bambini discutono a favore e contro un determinato argomento. Una buona idea è quella di definire il luogo ideale per la passeggiata del percorso: spiaggia o campagna?

L’obiettivo non è quello di invalidare la posizione avversaria, ma piuttosto di presentare in modo ragionevole i punti rilevanti dell’opzione difesa, contrastando rispettosamente quelli avanzati dall’altra parte.

Il dibattito ha delle regole e i bambini dovranno imparare a rispettarle. Ad esempio: parlare entro un certo tempo, ascoltare la posizione opposta, chiedere la parola per porre domande, formare squadre, ecc. Nell’organizzazione stessa della discussione, evidenzierà il carattere dei leader.

6. Puzzle o mettere insieme frasi

È una dinamica di leadership molto giocosa e divertente.

Consiste nell’assemblare squadre che hanno la missione di completare un puzzle o di creare frasi coerenti con parole tronche. La pressione competitiva nel completare prima possibile la sfida richiederà un’organizzazione rapida e farà emergere i ragazzi con le maggiori capacità di leadership.

7. La ricerca di un leader

Dividi il gruppo in squadre di 5 o 6 persone. Ogni squadra dovrà avere un nome e scegliere un leader. Ogni capogruppo deve identificare tutti i bambini di cui si prende cura. Vengono bendati con il colore scelto dalla loro squadra e devono incontrare i loro leader, che saranno posizionati alle diverse estremità della stanza e devono guidare la squadra solo con le loro voci.

La prima squadra che riuscirà a incontrare il leader sarà la vincitrice.

In tutte le dinamiche di leadership per i bambini che menzioniamo, il lavoro di squadra e il ruolo dell’istruttore sono importanti. Lungi dal limitare le azioni dei partecipanti, deve individuare capacità di leadership, favorire la disponibilità a mettersi in gioco e correggere atteggiamenti autoritari o irrispettosi.

Potrebbe interessarti ...
Come essere un buon capofamiglia
Siamo Mamme
Leggi in Siamo Mamme
Come essere un buon capofamiglia

Un capofamiglia deve saper ascoltare le esigenze di tutti, permettere a tutti di esprimersi e stabilire dialogo e negoziazione con i membri.



  • González, M. T. (2008). Diversidad e inclusión educativa: algunas reflexiones sobre el liderazgo en el centro escolar. REICE: Revista Iberoamericana sobre Calidad, Eficacia y Cambio en Educación, 6(2), 82-99. https://dialnet.unirioja.es/servlet/articulo?codigo=2556512
  • Moreira, V., Sánchez, A., & Mirón, L. (2010). El grupo de amigos en la adolescencia. Relación entre afecto, conflicto y conducta desviada. Boletín de psicología100, 7-21.
  • Azofeifa, A.; Cordero, M. (2015) El juego como estrategia metodológica en el desarrollo de habilidades sociales de liderazgo en la niñez. [Revista Ensayos Pedagógicos] [10] [2] [85]-[107]
  • Ballesteros, T.; Guachi, G. (2020) Desarrollo del liderazgo infantil en los juegos grupales de niños y niñas de preparatoria. Disponible en: https://repositorio.uta.edu.ec/jspui/handle/123456789/31899

Il contenuto di Siamo Mamme è solo a scopo educativo e informativo. In nessun caso sostituisce la diagnosi, la consulenza o il trattamento di un professionista. In caso di dubbi, è consigliabile consultare uno specialista di fiducia.